Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Campionati  >  Articolo corrente

Basket A1: cadono
anche Roma e Caserta

Di   /  28 Ottobre 2013  /  Nessun commento

Caserta-EA7PALLACANESTRO. La terza giornata del campionato di A1 di Basket Maschile conferma il grande equilibrio di questo inizio di stagione dove, attendendo il posticipo di questa sera tra Siena e Bologna con quest’ ultima che in caso di vittoria potrebbe issarsi isolata in testa alla classifica, nessuna squadra resta imbattuta. Cadono, infatti, anche Roma e Caserta e in testa alla classifica, a 4 punti, si assiste ad una ammucchiata di nove squadre che potrebbero diventare dieci in caso di vittoria della Montepaschi.

Arriva da Avellino il primo ko all’ACEA Roma dove i padroni di casa monetizzano una consistente supremazia a rimbalzo con Thomas ed Ivanov che giganteggiano (11 a testa). La partita si risolve negli attimi finali quando Roma cerca un recupero quasi impossibile: a sette secondi dalla fine Taylor sciupa banalmente uno dei due tiri liberi, si lascia contrarre poi sulla sirena da Ivanov e Roma torna a casa con la prima sconfitta stagionale (84-82).

Cade anche Caserta che al PalaMaggiò perde a testa alta contro un’Armani Milano non trascendentale ma più lucida nei momenti decisivi. Alessandro Gentile non incanta davanti ai suoi concittadini (nove punti per il secondogenito dell’ex capitano Nando Gentile), ma è Langford a trascinare l’Armani che nel terzo quarto mette la freccia. Per la Juve ottima prova sotto le plance di Moore (primo in gara con 11 rimbalzi) mentre il cecchino Roberts, determinante nei primi due quarti con 14 punti, è limitato nel terzo quarto dai falli e non torna piu’ protagonista. Caserta lotta con il cuore fino alla sirena, arriva a un possesso a due secondi dal termine. Langford però non perdona dalla linea dei liberi chiudendo sul +4 (81-77); per la Juve restano solo gli applausi scroscianti dei tifosi.

Sale a quattro punti la Cimberio Varese che chiude con una vittoria anche la sua seconda trasferta forzata a Casale Monferrato, campo neutro sul quale è costretta a giocare per la squalifica del palasport varesino, ricordo di gara 7 della semifinale con Siena dello scorso campionato (i varesini hanno pagato il conto con la giustizia sportiva, ora potranno tornare a giocare al loro PalaWhirlpool). A farne le spese è Venezia, che non riesce a concretizzare una partita impostata in maniera intelligente, per cercare di sfruttare le supposte carenze di Varese sotto i tabelloni. In realta’ le cifre finali danno torto alla formazione di Mazzon, sovrastata a rimbalzo (43-33) e piegata dalle triple della Cimberio, che ancora una volta trova nelle conclusioni da tre punti un’arma affilatissima. Su tutti Ere (solo 1-7 da due punti ma 5-9 nelle triple, oltre a 8 rimbalzi e 4 assist) per siglare l’84-72 finale.

Seconda vittoria anche per Sassari che batte Pistoia 100-87: è ancora una volta Drake Diener il trascinatore della Dinamo Banco di Sardegna. Grazie a un’altra grande prova dell’esterno americano (29 punti con un’impressionante 7 su 9 da tre punti) i sassaresi dominano dal primo minuto. Sassari ha dato dimostrazione di superiorità e Sacchetti, che ha dovuto rinunciare a Devecchi per un infortunio, ha ruotato tutti gli uomini a disposizione, trovando da tutti risposte positive. A Pistoia non sono bastati i dieci assist di Wanamaker e i 20 punti di Washington,

A Brindisi seconda vittoria per i padroni di casa e terza sconfitta per la Vanoli Cremona (96-74) mentre la Sutor Montegranaro ottiene la prima vittoria in campionato contro la Grissin Bon Reggio Emilia in una gara serrata e senza pause che si è chiusa sul 79-71 per i padroni di casa.

 

Risultati

Pasta Reggia Caserta- EA7 Emporio Armani Milano 77-81
Banco di Sardegna Sassari-Giorgio Tesi Group Pistoia 100-87
Sutor Montegranaro-Grissin Bon Reggio Emilia 79-71
Pall. Cantu’-Victoria Libertas Pesaro 93-78
Enel Brindisi-Vanoli Cremona 96-74
Cimberio Varese-Umana Venezia 84-72
Sidigas Avellino-Acea Roma 84-82.
Montepaschi Siena-Granarolo Bologna (lunedì, ore 20,30).

Classifica

Milano, Sassari, Avellino, Roma, Brindisi, Caserta, Varese, Cantu’ e Bologna 4;
Siena, Venezia, Montegranaro, Pesaro e Reggio Emilia 2;
Pistoia e Cremona 0.

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →