Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Prima Pagina  >  Articolo corrente

Dream Team Fioretto
nella finale mondiale

Di   /  10 Agosto 2013  /  Nessun commento

Foto: Augusto Bizzi

Foto: Augusto Bizzi

BUDAPEST 2013. Un rullo schiacciasassi: dopo aver conquistato l’Oro e il Bronzo nella prova individuale con Arianna Errigo ed Elisa Di Francisca, il Fioretto femminile italiano si conferma, come ormai da molti anni, il settore più prolifico di una disciplina, la Scherma, che continua a restare una delle cassaforti dello sport italiano. Impegnate nella prova a squadre dei Campionati Mondiali di Budapest le due medagliate individuali con Valentina Vezzali e Carolina Erba sono giunte in carrozza con i loro occhi della tigre alla finale per la medaglia d’Oro che avrà luogo alle 19.30.

Le prime ad assaggiare in mattinata le stoccate azzurre sono le malcapitate brasiliane che subiscono un pesantissimo 45-12. Sorte poco diversa nei quarti di finale per le cinesi che si devono arrendere dopo un 45-20 e anche la Corea del Sud, in semifinale, non riesce a superare le venti stoccate: 45-19 il risultato per le azzurre in una giornata dove in tre turni hanno messo a segno 135 stoccate subendone solo 51.

La finale, che seguiremo come tutti questi mondiali in diretta video, alle 19.30 vedrà impegnate le azzurre contro la vincente del combattutissimo scontro tra Francia e Russia.

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →