Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Prima Pagina  >  Articolo corrente

Fondo: Justyna Kowalczyk vince la 10 km in tecnica classica. Male le azzurre

Di   /  13 Febbraio 2014  /  Nessun commento

Justyna Kowalczyk - 10 km TCSOCHI 2014. Justyna Kowalczyk vince la 10 km a tecnica classica di Sci di Fondo ai Giochi Olimpici di Sochi. La trentunenne polacca, già Oro a Vancouver nella 30 km sempre in tecnica classica, ha completato la distanza con il tempo di 28’17″8 dominando dal primo all’ultimo metro della gara corsa contro il cronometro. Justyna ha preceduto di 18″4 la svedese Charlotte Kalla che ha fatto gara di rimonta e di 28″3 la norvegese Therese Johaug. Deludente la prova di Marit Bjoergen, grande favorita alla vigilia e solo quinta al traguardo: la norvegese che puntava all’en plein di titoli olimpici ha tenuto il ritmo della polacca solo nei primi due chilometri per poi difendere con i denti il secondo posto, con distacchi sempre crescenti, fino all’ottavo chilometro cedendo poi di schianto e perdendo 15 secondi in 2000 metri. Per lei all’arrivo un distacco dalla Kowalczyk di 33″4, preceduta anche dalla finlandese Saarinen a 30″3 dalla Kowalczyk.

La migliore delle azzure, solo in due al via termometro dello stato del Fondo azzurro, è Marina Piller, trentunesima a 2’49″8. Elisa Brocard è quarantesima a 3’10″2.

 

Risultati completi – Fondo – 10 km Tecnica Classica femminile

 

 

 

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →