Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Campionati  >  Articolo corrente

Hockey: Valpellice ferma l’Asiago

Di   /  4 Gennaio 2014  /  Nessun commento

ValpelliceHOCKEY SU GHIACCIO (Torino). Nella venticinquesima giornata della regular season della Elite A Itas Cup, il massimo campionato maschile di Hockey su Ghiaccio, il Val Pusteria batte il Milano a domicilio per la settima vittoria consecutiva dell’era Hicks e allunga in classifica sull’Asiago che viene sconfitto all’overtime da un Valpellice, tutto cuore e grinta, che rimonta nell’ultimo minuto di gioco due gol. All’overtime ci pensa Nunn a dare la vittoria ai piemontesi. Il Renon piega nel terzo tempo il Vipiteno. Il Fassa costringe alla quarta sconfitta consecutiva il Cortina.

Come nelle attese, la partita più interessante della giornata si è svolta a Torre Pellice, al Cotta Morandini. Conclusa la seconda frazione sul 2-0 per l’Asiago, la partita s’accende nel terzo tempo. Barney, per i piemontesi, accorcia le distanze e Tomko ristabilisce la parità ma i campioni d’Italia tentano l’allungo decisivo con Federico Benetti e Borrelli.  Si arriva sul 4-2 all’ultimo minuto quando coach Flanagan toglie il portiere per la mossa della disperazione. Prima Maxwell accorcia le distanze con una giocata d’astuzia. Poi a sedici secondi dalla fine ci pensa, sempre con l’uomo in più, Trevor Johnson che pesca il tiro giusto. All’overtime Gary Nunn corona la rimonta Valpellice dopo appena 35 secondi di gioco. Gira intorno alla porta e sorprende Marozzi non pronto su questa iniziativa torrese. Finisce 5-4 per la Valpe che torna a vincere dopo la sconfitta di Brunico.

A Milano il match è in equilibrio fino al 46′ quando il Val Pusteria, dopo aver rimontato per due volte i rossoblu, prende il comando delle operazioni con la rete di Hofer in superiorità numerica. Il goal del definitivo 4-2 per i brunicensi arriva nel garbage time con Milano senza portiere in campo. A Renon c’è partita solo nel primo periodo chiuso sul 2-2 poi il Ritten Sport dilaga fino al 6-2 conclusivo mentre ad Alba di Canazei è il tempo conclusivo, con un perentorio parziale di 3-0 per i padroni di casa, a regalare la vittoria per 4-1 al fanalino di coda, i padroni di casa del Fassa.

 

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →