Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

La Spada azzurra
a caccia di una medaglia

Di   /  10 Agosto 2013  /  Nessun commento

Foto: Augusto Bizzi

Foto: Augusto Bizzi

BUDAPEST 2013.  Sarà la spada la protagonista della penultima giornata di gare ai Campionati del Mondo di Scherma di Budapest, l’unica arma che non ha ancora conquistato per l’Italia alcuna medaglia in questa rassegna. 2013. La domenica ungherese infatti vedrà in pedana le squadre di spada femminile e di spada maschile.

L’Italia avvierà la sua gara, a partire dalle 9.00, con l’assalto del tabellone dei 32 contro la Finlandia. Il Commissario tecnico Sandro Cuomo schiererà il quartetto composto da Rossella Fiamingo, Bianca Del Carretto, Mara Navarria e Francesca Quondamcarlo.
Dalle 10.00 scatterà invece il tabellone delle 32 squadre della prova di spada maschile a squadre. L’Italia, che sarà in pedana con Paolo Pizzo, Matteo Tagliariol, Diego Confalonieri ed Enrico Garozzo, entrerà in gara sfidando la formazione portacolori del Giappone.

Come in tutti i giorni di questa rassegna, grazie al feed della FIE, Olympialab offre la diretta video di tutti i turni da Budapest. Sfortunatamente entrambi i primi turni saranno su due pedane non coperte dall’unico segnale televisivo in arrivo dall’Ungheria. Appuntamento ai turni successivi.

 

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →