Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

Magnini e Dotto
avanti adagio

Di   /  31 Luglio 2013  /  Nessun commento

Magnini-F

BARCELLONA 2013. Nell’attesa della finale dei 200 stile libero che per i colori azzurri doveva essere quella della nostalgia e in 48 ore è diventata il santuario della speranza grazie a Federica Pellegrini, scendono in acqua nella mattinata catalana gli uomini jet dei 100 metri stile libero con Luca Dotto e Filippo Magnini. Il pesarese è il primo a scendere in acqua, la settima batteria non presenta punte da podio ma Re Magno non riesce a spingere, chiude la batteria al quinto posto e il cronometro che non bara mai dà un responso sconfortante: 49″02. E inizia la lunga attesa.

Nell’ultima batteria Luca Dotto ha compagni di avventura del calibro del russo Morozov e di Nathan Adrian: se la gioca con entrambi, tocca in seconda posizione, precedendo lo statunitense, in 48.88. Per lui, ancora alle prese con il torcicollo dei giorni scorso, è il decimo tempo di qualificazione e si salva anche Magnini, tredicesimo. Ma questa sera in finale sarà tutta un’altra musica.

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →