Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

Paltrineri: in finale da re
“E adesso me la godo”

Di   /  12 agosto 2016  /  Nessun commento

Paltrinieri-Thumb

Gregorio Paltrinieri (dal web)

NUOTO. Ecco le parole di Greg Paltrinieri dopo le semifinali dei 1500 che a Rio 2016 lo hanno visto entrare trionfalmente in finale con il primo tempo di batteria. “Questa gara mi e’ servita per rompere il ghiaccio e l’ho fatta abbastanza bene. Il tempo non mi interessa, la gara l’ho fatta per stare con gli altri e magari toccare davanti, era quella la cosa principale, dare il segnale gia’ di essere davanti e non accontentarmi di entrare quinto o
sesto. Stavo fremendo la’ dietro e adesso finalmente siamo in gara, e me la giochero’ al massimo. Pressione? Non voglio pensarci, me la sono goduta fino a qua, non voglio rovinarmi questo momento. Siamo in tanti a giocarci la medaglia, devo rimanere concentrato su me stesso, cercherò di nuotare al meglio per fare il tempo migliore
che posso fare”.

About

Di professione #sharindaddy, racconto storie da 30 anni. Ho un futuro dietro le spalle fatto di un Mondiale e due Olimpiadi, ma anche di esperienze giornalistiche in ogni tipo di medium (oh, è latino, mi raccomando). Amo il calcio, quello vero, ma da quando ho visto la fiamma olimpica non mi sono più riavuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →