Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Storie  >  Articolo corrente

Pellegrini: “Argento, una iniezione di fiducia”

Di   /  12 Ottobre 2013  /  Nessun commento

Federica PellegriniNUOTO. “Come procede la preparazione con Lucas? Stiamo lavorando bene insieme, obiettivo è migliorarsi ancora e stupire come ai Mondiali di Barcellona. La storia con Magnini? Abbiamo deciso di non voler più parlare di noi. Non per maleducazione o altro, ma perchè entrambi abbiamo fatto degli errori negli anni passati, parlando ed esponendoci troppo e non vogliamo che ciò si possa ripetere in futuro”. Queste alcune delle parole di Federica Pellegrini, la campionessa azzurra di nuoto, tratte dall’intervista realizzata in esclusiva da Elisabetta Caporale per ‘Dribbling’, la rubrica condotta da Simona Rolandi andata in onda oggi su Rai2.

“Vengo vista come polemica, ma per ottenere qualcosa”, ha spiegato, “devo sempre lottare, ho sempre dovuto farlo nonostante i grandi risultati. Non so il perché, spero che qualcuno me lo dirà, un giorno”. Polemiche a parte Federica sta lavorando col francese Lucas per tornare la nuotatrice di un tempo. L’obiettivo dichiarato è una medaglia ai prossimo Giochi Olimpici. “Philippe ha capito che la mia serenità è fondamentale. Con Matteo Giunta, preparatore atletico, e Filippo stiamo trovando un bellissimo equilibrio. Lo abbiamo testato con un risultato bello e inaspettato come quello di Barcellona”, sottolinea l’azzurra ricordando l’argento mondiale nei 200 dorso, ” Me lo sono proprio goduto. L’anno passato è stato difficile, pieno di stress, venivo da Olimpiade chiusa non benissimo e anche il clima intorno non era più lo stesso. E’ stata un’iniezione di fiducia e che ti fa capire che stai facendo la cosa giusta. Avevo bisogno di trovare stabilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →