Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

Errigo:”Iniziava
ad essere un tabù”

Di   /  7 Agosto 2013  /  Nessun commento

Foto: Augusto Bizzi

Foto: Augusto Bizzi

BUDAPEST 2013. “Riesco solo a dire Finalmente!”. Sono le prime parole della neo campionessa del Mondo, Arianna Errigo, riuscita a sfatare il suo più grande tabù ed a conquistare il titolo iridato grazie alla vittoria in finale ai Mondiali di scherma a Budapest contro la tedesca Caroline Golubytsky per 15-8. “Sono salita su tutti i gradini del podio – ricorda l’azzurra – ma il primo iniziava ad essere un tabù. Ora finalmente salgo su”. “Ho preparato a lungo questo Mondiale – continua la Errigo – superando un momento difficile nel corso della stagione. Se penso che per lunghi mesi sono stata, per scelta, senza maestro, è una soddisfazione doppia. Adesso negli ultimi ritiri ho lavorato col maestro Giulio Tomassini, il quale mi ha dato le dritte giuste ed anche oggi in gara ho seguito i suoi consigli”.

 

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →