Caricamento...
Sei qui:  Home  >  DOPING & CO  >  Articolo corrente

Rio: Russo su Schwazer
“Io sto con la legge”

Di   /  30 giugno 2016  /  Nessun commento

Clemente Russo in guarda davanti ai fotografi oggi al Samsung district di Milano (foto Fracchini/alaNEWS)

Clemente Russo in guarda davanti ai fotografi oggi al Samsung district di Milano (foto Fracchini/alaNEWS)

PUGILATO. “Sono vicino ad Alex Schwazer dal punto di vista umano, per il resto se non dovesse venire a Rio sarà perché è giusto così: la legge dello sport non dice frottole, non si accanisce con lui”. Così Clemente Russo, a margine della presentazione del Samsung Galaxy Team, commenta anche i temi collaterali alla marcia di avvicinamento a Rio, quale appunto il caso Schwazer. Russo, 34 anni, pur scherzando a parole ha ben chiari gli obiettivi della sua partecipazione: “Vista l’età sono costretto ad allenarmi di più e con maggior costanza, il primo degli avversari sono io, poi vengono tutti gli altri. Mi sento comunque tutto fuorché saturo, anzi, dal risultato di Rio dipenderà anche una mia eventuale partecipazione a Tokyo 2020”. Infine, una battuta sul cinquantenne Tyson: “Gli faccio i miei auguri, la sua determinazione mi ha sempre colpito, ma come atleta e uomo non l’ho mai stimato”. (Andrea Eusebio/alaNEWS)

 

 

About

Di professione #sharindaddy, racconto storie da 30 anni. Ho un futuro dietro le spalle fatto di un Mondiale e due Olimpiadi, ma anche di esperienze giornalistiche in ogni tipo di medium (oh, è latino, mi raccomando). Amo il calcio, quello vero, ma da quando ho visto la fiamma olimpica non mi sono più riavuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →