Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Prima Pagina  >  Articolo corrente

Sci Alpino: Jansrud vince il SuperG di casa, Marsaglia nono

Di   /  2 Marzo 2014  /  Nessun commento

Kjetil Jansrud (Foto:Christian Jansky)

Kjetil Jansrud (Foto:Christian Jansky)

SCI ALPINO (Kvitfjell). Il campione olimpico Kjetil Jansrud vince anche il superG di casa, sulla Olympiabakken di Kvitfjell e precede l’elvetico Patrick Kueng e l’austriaco Matthias Mayer che ha trovato una continuità di rendimento impressionante. Quarto Aksel Lund Svindal, che sembra aver ormai trovato l’erede in Jansrud ma che è determinato nel vincere la Coppa del mondo. Con i 50 punti di oggi si porta a 1032 contro i 955 di Marcel Hirscher. Un bottino che il campione norvegese proverà a far bastare in vista del week-end di prove tenciche di Kranjska Gora, favorevole all’austriaco e poi alle Finali, dove i due si batteranno punto a punto.

Il migliore degli azzurri è Matteo Marsaglia che con il nono posto a 73 centesimi da Jansrud è arrivato vicino a conquistare un posto per le Finali di Lenzerheide. Ottima performance per Dominik Paris che con il pettorale numero 48 si piazza al tredicesimo posto, mentre è quattordicesimo Peter Fill. Buona gara anche per Mattia Casse che si piazza al ventiduesimo posto con il pettorale numero 40, così come Luca De Aliprandini che si piazza al ventiseiesimo posto con il 54. Più attardati Werner Heel e Silvano Varettoni. Uscito Christof Innerhofer mentre stava conducendo una gara di buon livello che gli avrebbe permesso di essere sicuramente fra i primi dieci. Fuori anche Siegmar Klotz.

 

Fonte: FISI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →