Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Prima Pagina  >  Articolo corrente

Sci: Mondiali Junior, Matteo De Vettori Oro in Combinata e Bronzo in SuperG

Di   /  26 Febbraio 2014  /  Nessun commento

Matteo De Vettori (foto:FISI)

Matteo De Vettori (foto:FISI)

SCI ALPINO. Prime due gare e prime due medaglie pesanti targate Italia ai Campionati Mondiali di Sci Alpino a Jasna, in Slovacchia. Nel superG della mattinata Matteo De Vettori ha confermato il suo notevole stato di forma piazzandosi al terzo posto alle spalle dei due austriaci Marco Schwarz e Daniel Danklmaier. Il distacco di De Vettori dal leader, soli 16 centesimi, autorizzava a sperare in un buon piazzamento anche nello Slalom del pomeriggio che assegnava la medaglia d’Oro e il ventunenne finanziere trentino di Rovereto non si è lasciato sfuggire l’occasione, conquistando uno straordinario trionfo nel pomeriggio davanti ai norvegesi Sejersted e Monsen.

 

Per Matteo si tratta di un grande risultato che lo riscatta dopo la sfortunata stagione 2012/2013 nella quale si era infortunato al legamento crociato del ginocchio. Il percorso agonistico di Matteo De Vettori era iniziato con lo sci club Cai Sat Rovereto, per poi passare allo Ski Team Altipiani, al Brentonico Ski Team, e quindi nel team agonistico del Comitato Trentino del Progetto Trentino Azzurro e Fiamme Gialle.

Buona la prova di squadra di tutti gli azzurrini che si sono piazzati in quattro fra i primi 15 nel Supergigante. Oltre alla medaglia di De Vettori, l’Italia incassa il nono posto di Henri Battilani, l’undicesimo di Emanuele Buzzi e il quindicesimo di Hannes Zingerle. Piazzamenti migliorati in Supercombinata, con Zingerle quinto, Buzzi sesto e Riorda decimo.

 

Fonte: FISI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →