Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

Setterosa da urlo: finale
dopo ben 12 anni

Di   /  17 agosto 2016  /  Nessun commento

PALLANUOTO. Dodici anni dopo Atene, il Setterosa riprende la caccia all’oro. Ma prima ancora di scendere in vasca, l’Italia Team è sicuro già di aver vinto un’altra medaglia: che sia d’oro o d’argento, è la 25ª a Rio 2016. Merito di un gruppo fantastico, allenato da Fabio Conti, che ha iniziato l’avventura olimpica con l’obiettivo di riscattare il 7° posto di Londra 2012.

Ma il termine di paragone, dopo la vittoria in semifinale contro la Russia 12-9 (2-2, 4-2, 2-0, 4-5), diventa ora l’Olimpiade di Atene, quando le azzurre si laurearono campionesse olimpiche. Tra di esse c’era Tania Di Mario, oggi a segno insieme a Garibotti (5 reti), Tabani (2), la cannoniera del torneo Bianconi (2), Radicchi e Queirolo. Toccherà al capitano caricare le compagne verso un riscatto olimpico che passa anche dal 6° posto di Pechino 2008.

Venerdì il verdetto. Le avversarie saranno le campionesse olimpiche e mondiali degli Stati Uniti. Una sfida difficile per la prima squadra italiana che raggiunge la finale a Rio (in lizza ci sono ancora il Settebello e l’Italvolley maschile), ma il posto più alto sul podio dista soltanto un gradino.

fonte rio2016.coni.it

About

Di professione #sharindaddy, racconto storie da 30 anni. Ho un futuro dietro le spalle fatto di un Mondiale e due Olimpiadi, ma anche di esperienze giornalistiche in ogni tipo di medium (oh, è latino, mi raccomando). Amo il calcio, quello vero, ma da quando ho visto la fiamma olimpica non mi sono più riavuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →