Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Prima Pagina  >  Articolo corrente

Snowboard: Omar Visintin vince la Coppa del Mondo di SBX

Di   /  15 Marzo 2014  /  Nessun commento

Omar VisintinSNOWBOARD (La Molina). Omar Visintin ha vinto la Coppa del Mondo di Snowboardcross. Nelle qualifiche delle Finali di La Molina, in Spagna, l’azzurro (insieme a tutti i suoi compagni eccetto Alberto Schiavon) si è qualificato per la finale. Cosa che invece non è successa al suo rivale più accreditato per la vittoria della Coppa assoluta, l’australiano Jarryd Hughes, caduto per due volte e rimasto escluso dai 32 che accedono alla finale. A questo punto, con 2786 punti, Omar Visintin non è più raggiungibile da Hughes e vince aritmeticamente la Coppa.

Visintin, 25 anni di Lagundo (Bz), atleta del Centro Sp0rtivo Esercito, si può considerare il primo italiano vincitore della Coppa assoluta di snowboardcross, visto che le vittorie di Elmar Messner nel ’98 e nel ’99 avvenivano ancora nella fase sperimentale della disciplina. La sfera di cristallo sigilla una stagione dove la rovinosa caduta nella semifinale delle Olimpiadi di Sochi ha impedito il probabile coronamento di una medaglia olimpica e messo a rischio la chiusura della stagione.

“Voglio vincere anche sul campo”,  ha detto l’azzurro, “ora la matematica mi dà ragione, ma non mi basta. Voglio dimostrare di essere il più forte in gara”.

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →