Caricamento...
Sei qui:  Home  >  DIAMO I NUMERI  >  Articolo corrente

Sochi 2014: Kostner, Yu Na Kim, Sotnikova. Il miglior corto della storia

Di   /  20 Febbraio 2014  /  Nessun commento

Kostner-KissSOCHI 2014. Il migliore Programma Corto dell’Artistico femminile con tre pattinatrici sopra i 74 punti, tra le quali Carolina Kostner, merita una analisi sulla sua costruzione ed i punteggi delle varie fasi. Nel computo totale le differenze sono impercettibili e fanno sì che nel Programma Libero di stasera l’azzurra, la coreana Yu Na Kim e la russa Adelina Sotnikova partano di fatto alla pari.

Nel Programma Corto, ieri si è registrata sostanziale parità tra la coreana e la russa, 6 centesimi di punto tra le due, ma la piacevole sorpresa è stato il fatto che Carolina abbia perso solo un punto e mezzo grazie alla “nuova” combinazione triplo flip tripli toeloop in apertura e all’ottima esecuzione di tutti i quattro salti riconosciuta a livello di Grade of Execution dalla giuria. Volendo dividere il punteggio tecnico tra Salti e Trottole e Passi, Yu Na Lim incassa il maggior punteggio nei Salti con 22,70 seguita da Carolina con 21,67 e Adelina con 20,93. La russa recupera su Trottole e Passi dove, con 18,16 punti, stacca Yu Na Lim di 1,83 punti e la Kostner di 2,34 punti.

Come sempre Carolina recupera nei Components, dove ieri ha ottenuto con 36,63, il record del mondo in questo punteggio, che era appena stato stabilito da Yu Na Kim. La Kostner è superiore alle avversarie nelle Transizioni, nell’Esecuzione, nella Coreografia e nell’Interpretazione chiudendo praticamente a parità di punti con la coreana nella qualità della pattinata.

Per il Programma Libero di questa sera si preannunciano fuochi d’artificio.

 

(Nell’infografica, la dimensione dei simboli identifica il valore base dei salti e il verde indica esecuzione eccellente e grigio esecuzione standard)

 

Arti-ProgrammaCorto-Analisis

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →