Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Storie  >  Articolo corrente

Torino: il Museo dello Sport va avanti

Di   /  1 Marzo 2014  /  Nessun commento

Arisi_IdemSTORIE. Una buona notizia arriva dal Museo dello Sport di Torino dove nelle ultime settimane era stata paventata la chiusura per i mille problemi legati al quasi assente supporto della città in tutte le sue espressioni, politiche, sportive e di pubblico. Ieri a margine dell’incontro con Josefa Idem che ha consegnato, di fronte a 150 studenti delle scuole medie della città, al Presidente del Museo Onorato Arisi la canoa del suo ultimo Mondiale a Poznan ed ha voluto testimoniare con la sua presenza la vicinanza al Museo ed alle sue sorti affermando “Il Museo dello Sport di Torino è l’espressione di quei valori che come atleta, come donna e madre ho costantemente perseguito e continuo a sostenere. Sono felice di aver potuto portare qui la mia testimonianza che sarà un ulteriore importante argomento da veicolare alle nuove generazioni”, è arrivata la notizia della prosecuzione delle attività.

“Dopo un lungo percorso, fatto di tanti incontri con le Istituzioni politiche, culturali e sportive , terminate proprio questa mattina con il Coni Regionale”, ha informato Onorato Arisi, “sicuri del forte e serio interessamento dimostrato abbiamo deciso di soprassedere momentaneamente alla chiusura immediata del Museo e di attendere un paio di mesi per ricevere le risposte tanto agognate. Iniziative come quella di questa mattina, promosse dal progetto Kinder+Sport sono segnali importanti che ci sostengono nella nostra decisione di andare avanti. Ringraziamo tutte le persone che ci sono state vicine, ringraziamo Josefa Idem”.

E’ necessario continuare a mantenere viva l’attenzione perchè agli incontri seguano le necessarie azioni, ma per il momento si è scongiurata la chiusura di un luogo della memoria sportiva.

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →