Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Il Punto  >  Articolo corrente

La Fiamma si accende e l’amore non si spegne

Di   /  5 Agosto 2016  /  Nessun commento

MILANO. A guardarla vengono i brividi. Chi la vedrà, stasera, dentro il catino calcistico dello stadio Mario Filho, sì, il Maracanà, sarà percorso da scosse e farà sgorgare lacrime dagli occhi. Per chi la ama è così, nonostante tutto. Per chi la ama è così, nonostante tutti. Sotto quella fiamma ci sono talmente tanti sogni che niente li può fermare. D’altronde i sogni non muoiono, semplicemente cambiano. A vedere bene, molto si potrebbe dire di questa Olimpiade numero Trentuno dell’Era Moderna, ma quando la Fiamma si accende non si può spegnere l’amore per lo sport. Nemmeno se c’è ingiustizia intorno. Il motivo? Semplice: lo sport è uno dei motori dell’umanità, è uno dei più grandi bacini di valori e di sogni, di azioni e di qualità positive, tra quelli che muovono la terra. Se smettiamo di credere in quello, nonostante tutti i cancri di cui soffre, meglio farla finita. Allora godiamoci Rio, godiamoci il cambiamento, godiamoci le nuove rotte che ha preso la storia di Olimpia. Sperando che ci sappiano emozionare. D’altronde per farsi emozionare dalla vita basta poco: basta accogliere quello che arriva e guardare dalla parte della bellezza. A Rio di bellezza ce ne sarà tanta, come in ogni edizione di questa fabbrica delle emozioni che si chiama Olimpiade.

About

Di professione #sharindaddy, racconto storie da 30 anni. Ho un futuro dietro le spalle fatto di un Mondiale e due Olimpiadi, ma anche di esperienze giornalistiche in ogni tipo di medium (oh, è latino, mi raccomando). Amo il calcio, quello vero, ma da quando ho visto la fiamma olimpica non mi sono più riavuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →