Autore: Francesco Facchini

Di professione #sharindaddy, racconto storie da 30 anni. Ho un futuro dietro le spalle fatto di un Mondiale e due Olimpiadi, ma anche di esperienze giornalistiche in ogni tipo di medium (oh, è latino, mi raccomando). Amo il calcio, quello vero, ma da quando ho visto la fiamma olimpica non mi sono più riavuto.

VOLLEY. L’Italia arriva a un passo dal sogno e ci resta d’argento. Troppo forte il Brasile al Maracanazinho e gli azzurri di Blengini restano ai piedi dei padroni del volley mondiale, i verdeoro. Ne esce un 3-0 per i padroni di casa, sospinti dal tifo del catino ribollente di Rio. Ecco i parziali: 25-22, 28-26, 26-24. Sono la esatta fotocopia dell’equilibrio in campo, ma anche la certezza che i ragazzi di Bruninho sono rimasti glaciali quando contava, mentre da parte azzurra sono state pagate care alcune battute sbagliate di Zaytsev e una discutibile gestione dei palloni scottanti di Giannelli. 

Read More

PALLAVOLO. “Se vinco l’oro, mi ritiro. Ve lo dico, mi ritiro”. Parole e musica di Ivan Zaytsev, lo zar azzurro che ha portato alla finale di oggi pomeriggio la nazionale azzurra di volley. L’atleta azzurro ha confermato ai cronisti poche ore fa l’intenzione di dire addio col botto. “Della semifinale di Londra 2012 ci siamo solo io e Birarelli – ha proseguito il bomber italiano – e io comincio a invecchiare. Ho visto qui, invece, un grande gruppo e dei ragazzi che hanno gli occhi di tigre. Vogliono sempre dare il 300%”. Appuntamento alle 18.15, appuntamento con la storia.

Read More

ATLETICA. L’azzurra Alessia Trost si  e’ classificata al quinto posto nella finale del salto in alto dei Giochi di Rio 2016 in corso di svolgimento e giunti alla conclusion, con la misura di 1.93. L’oro e’ andato alla spagnola Ruth Beitia con 1.97 e un minor numero di salti rispetto alla bulgara Mirela Demireva, argento, e alla croata Blanka Vlasic, bronzo, entrambe con la stessa misura della vincitrice. L’altra italiana (e friulana come la Trost) Desirée Rossit, ha concluso la sua gara al 16esimo posto.

Read More

PALLANUOTO. “Ad aprile abbiamo ottenuto una qualificazione al cardiopalma, ma ripensandoci quella settimana è stata molto utile per sopportare poi la pressione di questa Olimpiade. I ragazzi sono stati fantastici, tutto mi aspettavo fuorché questa maturità, abbiamo fatto un capolavoro”. Così Sandro Campagna, tecnico del Settebello azzurro reduce dalla vittoria del bronzo contro il Montenegro nella finalina del torneo a Rio 2016, ha parlato nella notte a Casa Italia. “Spero che questi risultati e questi ragazzi possano indurre tanti giovani a iniziare a praticare la pallanuoto, sarebbe molto importante e auspico che ciò accada” ha concluso il CT dell’Italia. (Andrea Eusebio/alaNEWS)

Read More

MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti le basi, gli impianti, l’accessibilità allo sport dei bambini che creano la base dalla quale estrarre i campioni. Siamo sempre attaccati agli exploit, ai campioni infiniti, alle scuole circoscritte e alla capacità di fare fatica degli atleti. Una medaglia su tutte, però, fa capire che…

Read More

RIO 2016. “Lascio la pallanuoto col sorriso sulle labbra: queste ragazze mi hanno regalato un’altra finale olimpica, salire sul podio ai Giochi è sempre un’impresa, terminare così è fantastico”. Così Tania Di Mario, capitano della Nazionale di pallanuoto celebrata a Casa Italia dopo l’argento olimpico: “Abbiamo fatto un’Olimpiade bellissima, unite sin dall’inizio con l’idea di giocarcela sempre. Smetto con due grandi squadre nel cuore: quella dell’oro di Atene 2004 e questa”. Infine, un bel proposito: “Vorrei regalare il mio bagaglio d’esperienza ai più giovani, anche sfruttando questo argento per tutto il movimento: sarebbe bello portare un bambino a iniziare questo…

Read More

VOLLEY. Fantastica Italia! Gli azzurri con una partita incredibile battono per 3-2 gli Stati Uniti e dopo dodici anni tornano a giocare una finale olimpica con il sogno di conquistare quell’alloro inseguito da tante e tante generazioni di pallavolisti. Queste le parole di Zaytsev: “Partita incredibile, allucinante, talvolta mistica. Dopo quel set perso a nove ho pensato di mollare, ma poi ci siamo guardati in faccia con i amici e abbiamo ribaltato tutto. Siamo a un passo da un’impresa mai realizzata? Noi non ci pensiamo, adesso pensiamo al Brasile”. Saranno i verdeoro, infatti, ad affrontare la nazionale azzurra per quell’oro…

Read More

ATLETICA. Usain Bolt è leggenda, ma pare si senta vecchio. Anche la staffetta 4×100 si è rivelata un dominio del Signore dell’Atletica che ha completato la tripla tripla risultando campione nei 100, nella staffetta e nei 200 da Pechino a stanotte. Otto anni che hanno illuminato l’atletica di una luce nuova grazie a un uono il cui fisico rasenta la perfezione, un uomo i cui limiti hanno riscritto lo sport. La Giamaica (Powell, Blake, Ashmeade e Bolt) ha vinto in 37″27, battendo il sorprendente Giappone (37″60) e il Canada (37″64).Gli Stati Uniti, giunti terzi, sono stati squalificati. “Ora sono il più grande…

Read More

PALLANUOTO. Una semifinale da incubo. Così la su può serenamente definire. Per il Settebello di Campagna, infatti, fatale è stato un’inizio contrassegnato da un mostruoso 6-0 per gli avversari, non c’è stato nulla da fare. Niente finale olimpica a Rio quindi per le calottine azzurre. Gli azzurri della pallanuoto sono stati sconfitti 10-8 dalla Serbia, che ora giocherà con la Croazia il match per l’oro. La nazionale guidata da Sandro Campagna sfidera’ il Montenegro nella finalina per il bronzo.

Read More

PALLANUOTO. Dopo l’impresa di ieri del Setterosa approdato alla finale olimpica, fra qualche ora è il momento del Settebello che sta per scendere in vasca contro la Serbia. Ecco le parole di Campagna: “Contro la Serbia sarà una semifinale straordinaria, difficile; ce la giocheremo fino alla fine. Ci sarà da soffrire; dovremo aggredirli e far emergere le loro ansie, paure. Non hanno mai conquistato la medaglia, ovvero quella olimpica e dovremo ricordarglielo ad ogni azione”. Gli fa eco Matteo Aicardi: “Desidero ringraziare tutti i compagni perchè abbiamo battuto la nostra bestia nera e ci siamo riusciti giocando da squadra, dominando in…

Read More

ATLETICA. Lo ha comunicato la Iaaf, via twitter. Alle 20 italiane la staffetta 4×100 degli Stati Uniti donne avrà la possibilità di correre nuovamente la sua corsa di semifinale “da sola”, perché ostacolata nel “secondo passaggio del testimone” e quindi danneggiata. Correrà nella stessa corsia nella quale, durante la semifinale, è stata danneggiata durante il cambio tra la Felix e la Gardner. Se farà il tempo necessario a entrare nelle migliori otto squadre, sarà la Cina a lasciarle il posto, in ordine di graduatoria.

Read More

PALLANUOTO. Dodici anni dopo Atene, il Setterosa riprende la caccia all’oro. Ma prima ancora di scendere in vasca, l’Italia Team è sicuro già di aver vinto un’altra medaglia: che sia d’oro o d’argento, è la 25ª a Rio 2016. Merito di un gruppo fantastico, allenato da Fabio Conti, che ha iniziato l’avventura olimpica con l’obiettivo di riscattare il 7° posto di Londra 2012. Ma il termine di paragone, dopo la vittoria in semifinale contro la Russia 12-9 (2-2, 4-2, 2-0, 4-5), diventa ora l’Olimpiade di Atene, quando le azzurre si laurearono campionesse olimpiche. Tra di esse c’era Tania Di Mario,…

Read More

BEACH VOLLEY. Dopo aver battuto nella notte il duo russo già sconfitto agli Europei di Svizzera, Simenov Krasilnikov, Daniel Lupo e Paolo Nicolai sono stati gettati, con il loro ingresso in finale olimpica per l’oro contro Alison e Bruno, nel vortice della notorietà nazionale. Con una condotta di gara eccezionale, nonostante, il set iniziale perso, i due hanno condotto la rimonta in modo magistrale contro i due avversari chiudendo la gara al tiebreak. Ora tutta la gioia è loro e tutto il dovere di vincere è dei brasiliani. “Adesso vogliamo l’oro” hanno ripetuto i due avieri che si godono la…

Read More

ATLETICA. E adesso? Ce la faranno a correre la finale? E’ questa la domanda dei milioni di appassionati che le hanno viste, nelle semifinali dei 5000 metri olimpici, mettere in scena la storia delle storie di questa Rio 2016. Stiamo parlando, naturalmente, di Nikki Hamblin, britannica naturalizzata neozelandese, e Abbey D’Agostino, le quali si sono aiutate a vicenda dopo una caduta, arrivando al traguardo per ultime dopo lo splendido gesto di sportsmanship, per dirla all’inglese. Abbey, originaria del Massachusetts, laureata in Psicologia e dotata di buoni tempi e di buon palmares a livello Ncaaa, ha avuto la peggio dall’avventura e risulta…

Read More

PALLANUOTO. Un Settebello da urlo piega la Grecia e vola alle semifinali del torneo olimpico di Rio de Janeiro. Con un secco 9-5, condito da ottime prestazioni di Di Fulvio e Aicardi,gli azzurri, guidati dal grande ex della partita, il ct Sandro Campagna, hanno regolato gli ellenici e si sono guadagnati la semifinale di giovedì, quando alle 16.30 locali andranno a incrociare le calottine con i maestri Serbi. Raggiante il ct azzurro: “La partita con la Grecia l’abbiamo gestita bene, l’uno-due iniziale è stato importante e siamo stati bravi perché già nel primo tempo loro hanno avuto superiorità numeriche per…

Read More

ATLETICA. A Rio 2016 c’è una specialità che sta regalando storie di sport e storie umane eccezionali. Si tratta dei 400 metri piani nei quali l’oro femminile è andato alla bahamense Shaunae Miller dopo un finale drammatico. Quando l’atleta delle Bahamas stava per essere raggiunta dalla Felix (la statunitense che l’aveva battuta ai mondiali dello scorso anno) si è letteralmente gettata con tutto il corpo oltre il traguardo fissando l’oro e il tempo al suo personale (49″44). Un gesto eroico celebrato in tutto l’arcipelago delle isole che l’hanno osannata su tutti i media nazionali. “Ho escoriazioni e lividi, ma non…

Read More

NOTIZIE. All’ombra della  Fiamma Olimpica, il caso della Stepanova e del recente tentativo di hackeraggio del suo account antidoping per sapere dove si trova esattamente continua a scrivere pagine inquietanti. Nelle ultime ore la mezzofondista russa, principale “pentita” del caso doping dell’atletica leggera in Russia assieme al marito, ha organizzato una conferenza stampa via Skype (per mantenere il riserbo sulla sua posizione) per far capire ad alcuni giornalisti che seguono il caso da tempo che cosa è successo e perché: “Il solo motivo per cui hanno violato il mio account della Wada – ha detto senza mezzi termini l’atleta -…

Read More

ATLETICA. Sui letti, sui divani della notte italiana passata alla tv, gli occhi da stropicciare davanti all’impresa delle imprese saranno stati molti. A Rio de Janeiro, infatti, è successa una cosa che viene da un altro pianeta, da un’altra dimensione. Ci ha pensato Wayde Van Niekerk a ridurre la leggenda di Usain Bolt al ruolo di un romanzetto da quattro soldi. L’atleta del Sudafrica ha stravinto i 400 metri, considerati da tutti la gara più difficile tra quelle di corsa perché il punto di congiunzione tra la necessità di essere veloci e quella di essere resistenti, con un record del…

Read More

ATLETICA. Usain Bolt completa la tripletta olimpica sui 100 metri nella notte relegando tutti al ruolo dei comprimari dentro il catino ribollente dello stadio olimpico Joao Havelange. Vince l’oro di Rio dei 100 con un agevole 9″81 nel cuore di una notte italiana che fa pulsare tutta la sua classe e superiorità, ma fa anche capire (dai primi 50 metri) che questi sono gli ultimi colpi dell’immortale. Già, perché Usain Bolt, che regola Gatlin (fischiatissimo argento in 9″89), deve uscire negli ultimi 50 per far capire a tutti che è ancora l’uomo più veloce del mondo. E dietro restano le…

Read More

MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa che sta per chiudere e ha già dato tutto, ancora prima di tuffarsi. Da quella consapevolezza in poi tutto è divertimento. Ecco, i sogni si possono interpetare anche così, col sorriso.

Read More