Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Il Punto  >  Articolo corrente

Un grande 2014 a tutti da Olympialab

Di   /  31 Dicembre 2013  /  Nessun commento

TORINO. Inizia il 2014, anno olimpico con l’appuntamento di Sochi ormai alle porte. Per Olympialab, dopo questi mesi di rodaggio e grazie alle risorse investite da alaNEWS sul progetto, è il momento di cambiare marcia e consolidare il suo ruolo di voce narrante degli sport olimpici italiani e non. Molti progetti sono già in avanzata fase di sviluppo, il primo diventerà operativo sin da domani, primo giorno dell’anno delle Olimpiadi, con una serie di racconti che ci accompagneranno nei 37 giorni che mancano alla Cerimonia di Apertura. Altri li costruiremo insieme settimana dopo settimana, mese dopo mese, con un occhio alla cronaca sportiva e con l’altro molto attento a tutto ciò che ruota intorno a questo nostro sport: interessi, deviazioni, storture. Anche nel 2014 saremo, più di prima, i “watchdog” del movimento sportivo e non ci nasconderemo dietro un dito.

Auguriamo a tutti i lettori e agli sportivi, di qualsiasi livello, un grande 2014, che porti a ciascuno quanto sta inseguendo e desiderando. Il nostro desiderio è crescere insieme a voi, giorno dopo giorno. Buon anno.

  • Pubblicato: 6 anni ago on 31 Dicembre 2013
  • di:
  • Ultima modifica: dicembre 31, 2013 @ 8:56 pm
  • Categoria: Il Punto

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →