Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

Bob a Due: trionfo del russo Zubkov, Bertazzo quattordicesimo

Di   /  17 Febbraio 2014  /  Nessun commento

ZubkovSOCHI 2014. E’ una marcia trionfale, al Sanki Sliding Center, per Alezander Zubkov che, con il frenatore Alexey Voevoda, conquista l’Oro olimpico nel Bob a Due lasciando agli avversari solo le briciole dopo aver ottenuto il miglior tempo in tutte e quattro le manche e nella terza abbassando il record della pista fino a 56″08. Gli avversari più vicini, gli svizzeri Beat Hefti e Alex Baumann, mantengono la seconda posizione che avevano già ieri sera con un distacco di 66 centesimi di secondo dal Bob russo. E’ stata, invece, aperta fino all’ultima discesa la lotta per la medaglia di Bronzo con quattro equipaggi che si sono sfidati partendo da una classifica dopo le prime tre manche che li vedevo racchiusi in 14 centesimi.A spuntarla sono gli statunitensi Steven Holcomb e Steven Langton che riescono a reggere l’urto del secondo equipaggio russo composto da Alexander Kasjanov e Maxim Belugin che, nonostante il secondo tempo nell’ultima discesa, restano a 3 secondi da uno storico podio.

Simone Bertazzo e Simone Fontana hanno chiuso la gara al quattordicesimo posto, ottenendo come migliore prestazione il decimo tempo nella quarta manche.

 

Risultati completi – Bob a Due maschile

 

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →