Caricamento...
Sei qui:  Home  >  CERCHI E PALAZZI  >  Articolo corrente

Pentathlon: agli Europei
in pullmino

Di   /  1 Luglio 2013  /  Nessun commento

www.fipm.itPENTATHLON. La Federazione è commissariata da quando il CONI il 14 maggio ha dovuto provvedere a seguito della decisione dell’Alta Corte di Giustizia di invalidare l’assemblea elettiva che aveva portato alla nomina come presidente di Lucio Felicita: il palazzo del Pentathlon Moderno italiano è nel caos e questo fatto si ripercuote sull’attività sportiva anche di alto livello. Dal 13 al 16 luglio si svolgeranno in Polonia, a Drzonkow, i Campionati Europei e sono stati convocati quattro uomini e tre donne (Nicola Benedetti, Riccardo De Luca, Pier Paolo Petroni  e Fabio Poddighe  e in campo femminile Lavinia Bonessio, Claudia Cesarini e Gloria Tocchi). I Campionati Europei inizieranno l’11 luglio con la staffetta femminile, seguita il giorno dopo da quella maschile. Ma come si legge dalla circolare di convocazione in quegli stessi giorni i pentathleti azzurri partiranno dall’Italia e, quindi, non parteciperanno a queste gare che sono qualificanti per i Campionati Mondiali che ad agosto si svolgeranno a Taipei.

Dallo stesso comunicato si interpreta, e alcune fonti confermano, che il viaggio dall’Italia a Drzonkow avverrà con mezzi federali: due partenze in due giornate successive, due equipaggi di cinque e sei persone tra atleti e tecnici. Da Bolzano, dove avverrà il pernottamento prima della partenza a Drzonkow sono 1000 chilometri, 10 ore di viaggio ma contate. E le ragazze arriveranno “fresche come delle rose” la sera dell’11 luglio per poi essere impegnate meno di 36 ore dopo nelle qualificazioni, destino analogo per i pentathleti nella giornata successiva.

 

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →