Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

Sci: Val d’Isere, Nani quinto nel Gigante

Di   /  14 Dicembre 2013  /  Nessun commento

Roberto NaniSCI ALPINO (Val d’Isere). Marcel Hirscher torna alla vittoria approfittando del passaggio a vuoto di Ted Ligety, uscito dopo poche porte della prima manche, e lo fa sulla pista della Val d’Isère, notoriamente un gigante strettissimo e ghiacciato che fa un po’ gara a sé nel circus. Hirscher ha chiuso con il tempo di 2’17″21, il miglior parziale nella seconda manche, e ha distanziato Thomas Fanara di 76 centesimi e il tedesco Stefan Luitz di 1″09. Crollato dal primo al quarto posto Alexis Pinturault.

Per l’Italia arriva la grande prova dei giovani azzurri che finalmente si conquistano posti importanti sulla ribalta internazionale. Roberto Nani è quinto a 1″32 da Hirscher e con il terzo tempo nella seconda manche che gli permette di risalire dalla nona piazza e siglare il minimo per il gigante olimpico. Gara stupenda anche per Luca De Aliprandini, ventitreenne trentino, autore anch’egli della miglior gara della sua carriera in Coppa del mondo con il sesto posto alle spalle di Nani per soli 15 centesimi. De Aliprandini ha fatto registrare il secondo miglior tempo nella seconda manche e il suo pettorale numero 37 è destinato ora a migliorare nettamente.
Manfred Moelgg mantiene un ottimo ottavo posto, che lo conferma fra i migliori della disciplina, mentre si rivede anche Giovanni Borsotti, oggi undicesimo con il pettorale 55. Davide Simoncelli è sedicesimo e diciottesimo è l’altro giovane azzurro, Alex Zingerle, bravo a qualificarsi nonostante il numero 59 in partenza.

 

 

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →