Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Prima Pagina  >  Articolo corrente

Sochi 2014: tris russo nella 50 km, vince Legkov. Clara undicesimo

Di   /  23 Febbraio 2014  /  Nessun commento

CinquantakmSOCHI 2014. Grandi ricordi le 50 km con interval start, imprese che hanno fatto la leggenda dello Sci di Fondo, grandi vantaggi, cotte passate alla storia. Il formato da anni scelto per la maratona delle nevi se permette di essere sicuri di trovare la finestra di quindici minuti in un palinsesto per vedere le fasi finali ha perso tutto questo, impossibile scrivere pagine da leggenda e da tregenda. Non smentisce la teoria la 50 km a Tecnica Libera che chiude il programma olimpico del Fondo a Krasnaya Poyana, novanta minuti pieni di nulla, come una tappa di trasferimento di un giro ciclistico, e il tutto che si risolve negli ultimi 15 minuti con buona pace di chi ha seguito tutta la prova.

Un plotone di una trentina di fondisti si affaccia sugli ultimi cinque chilometri, prima un tentativo di fuga con la scelta di non essersi fermato al cambio sci per il finlandese Heikkinen, un Roland Clara che nei primi trenta chilometri è nella testa del gruppo, e la gara si decide sotto i colpi dello stantuffo Alexander Legkov sulla stessa salita dove nella staffetta il russo fece saltare il banco e ricordare momenti passati, non sempre limpidi. Legkov, che ha fatto il signore della gara, il faro a cui tutti hanno guardato attacca e gli stanno dietro solo in tre: i connazionali Vylegzhanin e Chernusov e il norvegese Sundby. Come sempre più spesso si decide allo sprint; Legkov è il signore e padrone, Chernusov partendo dall’ultima posizione ha un rettilineo d’arrivo impressionante che lo porta a sfidare Vylegzhanin per l’Argento ma il secondo resiste al fotofinish. Arriva una tripletta russa che sigilla il trionfo nel medagliere ed è storica, mancava nella 50 km dal 1936. Sundby è il vaso di coccio che chiude al quarto posto.

Roland Clara che si è un po’ spento nell’ultima fase, si deve ricordare l’influenza che lo ha colpito nei giorni scorsi, ed è undicesimo a 33″4; David Hofer è sedicesimo a 40″5, un positivissimo Francesco De Fabiani alla prima 50 km della vita con i suoi 20 anni è venticinquesimo a 56″6.

 

Risultati completi – Sci di Fondo – 50 km Tecnica Libera maschile

 

 

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →