Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Prima Pagina  >  Articolo corrente

Assoluti di Nuoto:
a Riccione per i Mondiali

Di   /  8 Aprile 2013  /  Nessun commento

Assoluti-Unipol-2013NUOTO (Riccione). Da domani a sabato, Riccione sarà la capitale del nuoto italiano grazie ai campionati assoluti in vasca lunga che vedranno coinvolti tutti i grandi nomi azzurri alla ricerca, in primis, della qualificazioni ai Campionati Mondiali di Barcellona che si svolgeranno dal 28 luglio al 4 agosto.  Secondo i criteri pubblicati dalla Federazione Italiana Nuoto, infatti, gli atleti vincitori delle singole gare individuali di questi assoluti saranno selezionati per la manifestazione, a condizione che conseguano, nella finale A, un tempo pari o migliore rispetto ai limiti indicati. A discrezione del Direttore Tecnico potranno essere eventualmente valutate, ma solo con finalità integrative e non sostitutive dei diritti conseguiti da altri atleti nella finale A, anche prestazioni realizzate in prima frazione di staffetta, nelle finali B e nei turni preliminari.
Per le staffette, il tempo di partecipazione indicato in tabella deve essere conseguito sommando i tempi al via dei singoli componenti. L’unica prova d’appello prevista dai criteri sarà rappresentata dalla cinquantesima edizione del Trofeo Sette Cooli in programma dal 13 al 15 giugno a seguito della quale sarà possibile una eventuale integrazione della squadra per prestazioni di particolare rilievo tecnico tenendo conto dei tempi conseguiti e delle graduatorie internazionali.

Criteri-MondialiNuoto2013

Per questa ragione a Riccione si vedranno tutti i big della bracciata azzurra, iscritti in più di una gara come emerge dalla lista pubblicata dalla Federnuoto: Fabio Scozzoli (50, 100 e 200 rana, 50 farfalla e 200 misti); Federica Pellegrini (50, 100, 200, 400 sl, 100 e 200 dorso); Ilaria Bianchi (50 e 100 farfalla, 50 sl, 50 dorso); Gregorio Paltrinieri (400, 800 e 1500 sl); Filippo Magnini (50, 100 e 200 sl); Luca Marin (100 e 200 dorso, 200 e 400 misti, 1500 sl), Luca Dotto (50, 100, 200 sl, 50 farfalla); Stefania Pirozzi (200 farfalla, 200 e 400 misti); Arianna Barbieri (50, 100 e 200 dorso, 50 sl, 50 farfalla); Alessia Polieri (200 farfalla, 200 e 400 misti); Samuel Pizzetti (200, 400, 800 e 1500 sl); Mirco Di Tora (50 e 100 dorso, 50 farfalla, 50 sl); Marco Orsi (50 e 100 sl, 50 dorso); Damiano Lestingi (50, 100 e 200 dorso, 100 sl, 200 misti); Gabriele Detti (200, 400, 800 e 1500 sl); Andrea Mitchell D’Arrigo (100, 200 e 400 sl); Matteo Rivolta (50 e 100 farfalla, 50 dorso e 100 dorso); Mattia Pesce (50, 100 e 200 rana).

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →