Autore: Salvatore Riggio

Dal calcio al kebab con un fatturato da 200 milioni di euro. È la nuova vita di Lukas Podolski, che ha 38 anni e gioca in Polonia con il Gornik Zabrze, club della sua città natale (all’età di due anni si trasferì in Germania con la famiglia). L’ex attaccante di Bayern Monaco e Inter ha scoperto di avere una vera e propria passione per il kebab, dopo la sua esperienza in Turchia con il Galatasaray. Nel 2018 ha aperto il suo primo ristorante a Colonia, interamente dedicato al tipico piatto turco. Nel 2024 Mangal Döner, questo il nome della sua…

Read More

Ha vinto l’argento nel salto in lungo ai Mondiali indoor di Glasgow, in Scozia. Mattia Furlani, a soli 19 anni, promessa dell’atletica azzurra, è atterrato a 8,22 metri conquistando un meraviglioso secondo posto alle spalle del greco Mitiadis Tentoglou. Qualcosa di meraviglioso, tanto per iniziare. L’ellenico ha ottenuto lo stesso risultato, ma si è portato a casa l’oro solo perché ha superato Furlani nel confronto della seconda misura. Ma al di là di come sia andata la gara indoor di Glasgow, il ragazzo di Marino, città di quasi 50mila abitanti alle porte di Roma, punta alle Olimpiadi di Parigi della…

Read More

C’è subbuglio tra i tifosi del Milan per quello che potrebbe accadere con Francesco Camarda, l’attaccante di 15 anni che tra nove giorni – il 10 marzo – compirà 16 anni e potrà firmare finalmente il primo contratto da professionista (un triennale per regolamento). Il ragazzo, nato nel 2008, gioca sotto età con la Primavera di Ignazio Abate, segnando gol spettacolari, che vengono esaltati sui social. In teoria, non dovrebbero esserci problemi. In situazioni come queste, al compimento del 16° anno di età il club fa firmare il contratto al giocatore. Proseguendo in questo modo un percorso di crescita. Ma…

Read More

Una notizia che ha distrutto Paul Pogba, centrocampista della Juventus. Il francese, infatti, è stato squalificato quattro anni per doping dal tribunale nazionale antidoping. È stata accolta, quindi, la richiesta della Procura. Riavvolgiamo il nastro su quanto accaduto: il giocatore era risultato positivo al testosterone dopo Udinese-Juventus del 20 agosto scorso, con le controanalisi che a ottobre avevano confermato la sua positività identificando nel Dhea la sostanza assunta dal giocatore. Beffa del destino: il francese non aveva giocato quella partita, restando in panchina fino al fischio finale. A quasi 31 anni (li compirà il 15 marzo), la carriera di Pogba…

Read More

Nel nostro calcio negli ultimi giorni si è parlato di un calendario troppo intenso e fitto di impegni. Ma cosa sta succedendo tra i club di serie A? Le quattro big – Inter, Juventus, Milan e Roma – hanno chiesto e fatto votare, venendo sconfitte, un format della massima serie a 18 squadre. Da 20 a 18: due in meno, ma con due retrocessioni e non tre. E con la terzultima a fare una sorta di spareggio con la terza della serie B. Come detto, però, questa proposta non è passata. Quindi, il problema dei troppi impegni resta. Nell’assemblea di…

Read More

Sta tornando la F1 con il suo meraviglioso Mondiale. Manca ormai poco: sabato si corre il primo Gp della stagione, in Bahrein, sullo stesso circuito sul quale le scuderie hanno fatto i test prestagionali. Si correrà sabato 2 marzo e non domenica: la scelta è legata al Ramadan, che inizierà la settimana successiva (quando è in programma il Gp in Arabia Saudita, anticipato quindi anche quello al sabato). La F1 ha così deciso di anticipare di un giorno anche la corsa in Bahrain, per permettere a tutti i tecnici di smontare il paddock e non perdere un giorno per il…

Read More

Nell’hockey spesso ci sono delle zuffe sul ghiaccio, come se nulla fosse. Giocatori che se le danno di santa ragione anche sotto gli occhi degli arbitri, senza una minima preoccupazione. È accaduto anche nella sfida tra New York e Philadelphia. Certo, non che i protagonisti della rissa, che se sono vere zuffe allora coinvolgono anche più di una persona, restino impuniti. Infatti, vanno incontro a penalità a tempo da scontare in panca lasciando la squadra in inferiorità numerica e non a un’espulsione immediata. Detto questo, resta uno dei pochi sport professionistici a permettere il combattimento nel corso di un match.…

Read More

Se è nata o meno una stella, sarà il tempo a dirlo. Ma agli Atp di Rio de Janeiro si è fatto strada, fino ai quarti di finale, un ragazzo nato nel 2006. Si chiama Joao Fonseca e per tutti i suoi connazionali (ma non solo) promette già bene. Anzi, benissimo. Compirà 18 anni ad agosto ed è stato il primo 2006 a vincere una partita a livello Atp: lo ha fatto nel 500 di casa, contro il francese Arthur Fils (6-0, 6-4), un altro nastro nascente del tennis, nato nel 2004, impotente davanti a questo ragazzino terribile con già…

Read More

È una vera e propria rivoluzione quella nel salto in lungo, disciplina nella quale tutto sarà più libero. È bastato eliminare l’asse di battuta, che ha infranto sogni e speranze di generazioni di atleti. In sostanza, per rendere chiara l’idea, non ci saranno più salti nulli. A cambiare la regola più importante è stata proprio la World Athletics. Una decisione sorprendente che, con molta probabilità, frantumerà lo storico record del mondo di Mike Powell che risale addirittura a 33 anni fa, al leggendario duello con Carl Lewis ai Mondiali di Tokyo del 1991. Qualcosa di storico ed epico allo stesso…

Read More

Non ha avuto neanche in tempo di festeggiare il sorpasso al russo Daniil Medvedev al terzo posto nel ranking Atp, lì dove nessun italiano nella storia è mai salito, che a Jannik Sinner già tutti stanno facendo i calcoli per come e quando arriverà al primo posto, facendo abdicare nientepopodimeno che Novak Djokovic, il re indiscusso. Intanto, però, l’azzurro vede già la seconda posizione. E già così non è niente male. Il motivo? L’infortunio di Carlos Alcaraz dopo una torsione innaturale della caviglia destra nel secondo punto della partita contro il brasiliano Thiago Monteiro. La cosa al medical time out,…

Read More

Dall’inferno al paradiso in un attimo, con il gol vittoria che ha permesso all’Inter di aggiudicarsi il primo round degli ottavi di Champions (ritorno il 13 marzo) contro l’Atletico Madrid. Ha fatto tutto, nel bene e nel male, Marko Arnautovic, in campo a inizio ripresa per sostituire Thuram, nel frattempo finito ko per un problema all’adduttore destro. Il calcio sa tendere una mano, anche quando ormai tutto sembra essere finito. L’austriaco, arrivato dal Bologna la scorsa estate per fare il terzo attaccante nella rosa di Simone Inzaghi, ha fallito due occasioni incredibili, per poi ribadire in rete una respinta di…

Read More

È scomparso all’improvviso Andreas Brehme. Aveva 63 anni e una lunga carriera vittoriosa alle spalle. È stato fatale un arresto cardiaco, poco più di un mese dopo la morte di un’altra leggenda tedesca, Franz Beckenbauer, che tra le tante cose stupende fatte nel calcio, da ct aveva guidato la Germania Ovest al titolo Mondiale a Italia ’90, battendo all’Olimpico di Roma l’Argentina di Diego Armando Maradona, campione in carica. Il gol su rigore, contestatissimo dall’Albiceleste, fu realizzato dal terzino dell’Inter, Brehme. Lui che era ambidestro riuscì a stravolgere un portiere esperto – e l’Italia di Azeglio Vicini se lo ricorda…

Read More

Nessuno ha fretta nell’annunciare il colpo del secolo, ma intanto le indiscrezioni diventano sempre più forti, giorno dopo giorno. Ed ecco che stavolta tocca a Marca, quotidiano spagnolo, lanciare la notizia che Kylian Mbappé non solo avrebbe trovato un’intesa per il trasferimento a parametro zero al Real Madrid, dicendo addio al Psg (squadra nella quale è arrivato nel 2017 per 180 milioni di euro), ma avrebbe addirittura firmato l’accordo di cinque anni, avvisando il presidente del club francese, Nasser Al Khelaifi. E non finisce qui. Perché il quotidiano spagnolo parla anche di cifre, anche se non sono confermate. La firma…

Read More

Resta una stella da tenere d’occhio Larissa Iapichino, figlia di due atleti internazionali, la lunghista Fiona May e l’astista Gianni Iachipino. Qualche giorno fa ha primeggiato nel lungo a Belgrado con la misura di 6,68, realizzata al primo salto. Risultato importante che migliora di sei centimetri quanto fatto nell’esordio stagionale di Sabadell del 27 gennaio (6,62). Insomma, niente male per la 21enne dell’Atletica Firenze Marathon, che ha preceduto la serba Milica Gardasevic (6,53) e l’ungherese Diana Lesti (6,50). “Questa gara mi ha dato spunti importanti su alcuni piccoli errori che non mi permettono di esprimermi come vorrei. L’importante è analizzare,…

Read More

Ormai Jannik Sinner non si ferma più e, a Rotterdam, ha vinto contro l’australiano Alex De Minaur in due set nella finale del torneo Atp 500, giocato sul sintetico indoor olandese. L’azzurro, vittorioso 7-5, 6-4, adesso è numero 3 al mondo: un risultato mai raggiunto in precedenza da un tennista italiano. Statistiche alla mano, Sinner ha superato Adriano Panatta (quarto nel 1976, il suo anno d’oro) ed è diventato così il primo italiano a salire sul gradino più basso del podio del ranking nell’era moderna. Già così, è qualcosa di epico. Adesso due giorni scarsi con la famiglia in Alto…

Read More

Soltanto un mese fa l’Italia aveva perso malamente la semifinale degli Europei a Zagabria, in Croazia, ma adesso è stata tutta un’altra storia. Il Settebello batte la Spagna ai Mondiali di Doha, in Qatar, e vola in finale per l’ottava volta nella storia. Adesso sfiderà la Croazia, che ha eliminato ai rigori una meravigliosa Francia (17-16, nei tempi regolamentari 11-11). “È stato proprio un bel vedere. I ragazzi mi hanno commosso, saltavano come grilli nelle inferiorità numeriche. Una gara molto tattica in cui abbiamo saputo colpire chirurgicamente”, le parole di Sandro Campagna, il ct degli azzurri, ai microfoni Rai. “Nella…

Read More

Avrà anche lasciato un set, e ormai ci aveva abituato a vittorie che non dessero per niente scampo agli avversari, ma Jannik Sinner alla fine ha domato il francese Gael Monfils (6-3, 3-6, 6-3) e conquistato i quarti di finale dell’Atp di Rotterdam. Ora affronterà il canadese, ma è nato in Montenegro, Milos Raonic, con un solo obiettivo: strappare la semifinale del torneo e continuare a stupire dopo averlo ampiamente fatto sia in Coppa Davis sul finire del 2023 sia agli Australian Open a fine gennaio, Slam che nessun tennista italiano aveva mai vinto nella storia di questo sport. Da…

Read More

È delicato il momento che sta attraversando Ezequiel Lavezzi, riapparso sui social dopo aver condiviso una foto sul proprio profilo Instagram in compagnia di una ragazza, probabilmente la sua nuova compagna. Si tratta di una foto romantico-scherzosa con tanto di messaggio molto diretto a tutti coloro che in questo periodo hanno deciso di commentare o dare notizie sullo stato di salute psico-fisico dell’argentino. Da qui la condivisione del post con tanto di colonna sonora “Sigan hablando de mí” di Paulo Londra. “Continuate a parlare di me”, il grido del Pocho. Il testo della canzone recita: “Che continuino a parlare di…

Read More