Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

Fondo: la Sprint parla norvegese. Vincono Falla e Hattestad

Di   /  11 Febbraio 2014  /  Nessun commento

SprintFondoSOCHI 2014. La Norvegia incassa la doppietta conquistando una doppia medaglia d’Oro nelle Sprint a Tecnica Libera dello Sci di Fondo. In una finale combattutissima in campo femminile, Maiken Caspersen Falla, la più veloce nelle qualificazioni mattutine, sale sul gradino più alto precedendo la connazionale Oestberg che al fotofinish brucia la slovena Vesna Fabjan mentre più lontano chiudo Astrid Jacobsen, Ingrid Ingemarsdotter e la statunitense Sophie Caldwell.

Rocambolesca la finale maschile che, nonostante lo svolgimento, porta alla medaglia d’Oro colui che ha dominato la giornata sin dal mattino con il miglior tempo nelle qualificazioni e i primi posti di quarto di finale e semifinale: Ola Vigen Hattestad. Nella salita iniziale lo svedese Emil Joensson alza bandiera bianca a corto di ossigeno e con le gambe bloccate dallo sforzo dei turni precedenti. Gli svedesi avevano pianificato una tattica di squadra per annullare il norvegese mandando Petterson all’attacco; solo lui e Hattestad sopravvivono al disastro di una delle ultime curve della discesa dove cade il norvegese Gloerseen, lo segue Hellner e il russo Ustiugov lo travolge. Mentre davanti Hattestad si impone a mani basse agevolato da un passo falso di Petterson nell’ultima curva della discesa, Emil Joensson che stava continuando per onor di firma a passo turistico supera i tre sventurati ed arriva sulla linea del traguardo a conquistare la medaglia di Bronzo crollando per la fatica sul traguardo.

 

Risultati completi – Fondo – Sprint Femminile

Risultati completi – Fondo – Sprint maschile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →