Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

Pellegrini: Barcellona,
anniversario importante

Di   /  25 Luglio 2013  /  1 Commento

Federica Pellegrini (foto Facchini/alaNEWS)

Federica Pellegrini (foto Facchini/alaNEWS)

BARCELLONA 2013. “Barcellona rappresenta per me un compleanno importante a livello di carriera. Lì ho cominciato nel 2003 con la prima convocazione in Nazionale  e dopo dieci anni ci ritorno. E’ una tappa importante”, ha detto la campionessa di Spinea ai cronisti che la attendevano all’aeroporto di Fiumicino. Nel 2003, appena quindicenne, Federica si affacciava al mondo del nuoto mentre ora vola in Catalogna per divertirsi e cimentarsi nel dorso, disciplina nuova per lei, in un’estate tranquilla che fa seguito ai Giochi di Londra 2012.

Di sicuro, aspettando la nuova onda azzurra, Federica Pellegrini rimane il volto da copertina del nuoto italiano. Lei appare serena e determinata, e al Leonardo da Vinci tanti ragazzi la riconoscono e scattano foto ricordo con lei. Con Federica è in partenza tutta la spedizione azzurra di nuoto: guidate dal direttore sportivo Maurizio Coconi, sono 44 persone delle quali 31 atleti, fra cui Filippo Magnini, Gregorio Paltrinieri, Fabio Scozzoli, Alice Mizzau: il clima era molto disteso e, dopo le Olimpiadi di Londra, Barcellona puo’ rappresentare un’occasione di riscatto con buoni risultati.

Nel pomeriggio primo allenamento nella piscina del Nuoto Club di Barcellona. ”Alla gara manca ancora qualche giorno, i 200 dorso sono il 2 agosto – dice ancora la Pellegrini -: ho ancora una settimana per prepararmi. Inizierò però il primo giorno con la staffetta 4 x 100 stile, poi la 4 x 200 che serviranno anche per vedere la condizione. Speriamo, come nazionale, di fare il meglio possibile, come abbiamo sempre fatto: a volte ci sono le condizioni fisiche e mentali per rendere al meglio, altre volte no. Di certo abbiamo sempre dato il 100% e sarà così anche questa volta”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →