Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

Roma Grand Slam:
azzurre partenza falsa

Di   /  19 Giugno 2013  /  Nessun commento

Foto: FIVB.org

Foto: FIVB.org

BEACH VOLLEY (Roma). Una sola vittoria sulle sei partite disputate, la prima giornata del tabellone principale del Grand Slam di Roma di Beach Volley inizia decisamente male per le coppie azzurre impegnate nel torneo femminile. L’unica vittoria arriva in mattinata dalle teste di serie numero uno del torneo, Greta Cicolari e Marta Menegatti che superano in 36 minuti l’ostacolo rappresentato dalle greche Arvaniti-Karagkouni con il punteggio di 2-0 (21-12, 21-17); la coppia di punta del movimento azzurro si arrende però nel pomeriggio, dopo un doppio 17-21 alle tedesche Ludwig-Walkenhorst che chiudono la giornata con il percorso netto.

Va agli archivi, invece, una doppia sconfitta per Daniela Gioria e Laura Giombini di fronte ad avversarie sulla carta inferiori: è 0-2 (19-21, 18-21) contro le tedesche Kohler e Schumacher mentre le azzurre conquistano il primo set e poi crollano contro le statunitensi Fopma-Sweat 1-2 (21-17, 7-21, 12-15). Bilancio deficitario anche per Giada Benazzi e Viktoria Orsi Toth ferme ad uno zero nella casella partite vinte dopo essere state superate dalle tedesche Holtwick-Semmler 0-2 (15-21, 11-21) e dalle svizzere Zumkehr e Heidrich 0-2 (16-21, 10-21).

In campo maschile la prima partita della fase a gironi vede in serata la vittoria di Paolo Nicolai e Daniele Lupo per 2-0 sui cechi Kubala e Benes (21-13, 21-13) e le sconfitte di Matteo Cecchini e Federico Morichelli per 0-2 (12-21, 14-21) contro i brasiliani Pedro e Bruno e di Andrea Tomatis e Paolo Ingrosso dopo una battaglia contro i lettoni Sorokins e Smedins conclusa con il punteggio di 1-2 (21-18, 23-25, 9-15).

 

————————
contenuto ceduto in esclusiva dall’agenzia alaNEWS. Riproduzione vietata. Anno 2013

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →