Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Cinque Tondi  >  Articolo corrente

Se Giomi prende abbagli

Di   /  21 Agosto 2013  /  Nessun commento

MILANO. Mi è rimasto il rospo, lo sputo. I mondiali di atletica “Mosca 2013” sono finiti, ma rimane ancora negli occhi la spettacolare craniata che ha preso l’Italia in quanto a risultati, abbarbicata alla trentasettenne superba Straneo per non morire di sé medesima. Mi permetto di dire che il sole trovato da Giomi, il presidente della Fidal, al ritorno, deve avergli fatto prendere un paio di abbagli niente male. La dissociazione del presidente, transitoria che sia, l’ho percepita guardando il Corriere della Sera di qualche giorno fa. A pagina tot ho trovato… Giomi che parlava di un grande evento di atletica da portare a Milano, a pagina talaltra ho trovato Giomi che parlava della delusione provata in seguito ai magri risultati della sua nazionale. Connetto i puntini: allora il rimedio sarebbe nascondere la polvere di una nazionale morta sotto il tappeto di un bell’evento a Milano, magari senza accorgersi che la bella città lombarda non ha un cavolo di impianto degno di questo nome? Posso assicurarvi che Bolt potrebbe pure venire a correre a Milano, ma sono sicuro che i 100 li farebbe solo in Via Montenapoleone… Confido, invece, nella possibilità che Giomi si riprenda e che chieda a tutti di indirizzare le risorse sugli impianti di base. Così, magari, un giorno, avremo… che ne so… un campione? Ricordate i campioni della nostra atletica? No eh,  troppo lontani nel tempo… E Antonio Rossi, il canoista assessore, vada a vedere lo stato del 25 aprile, impianto di presunto alto livello, già, proprio qui nella bella Milano, prima di parlare.

About

Di professione #sharindaddy, racconto storie da 30 anni. Ho un futuro dietro le spalle fatto di un Mondiale e due Olimpiadi, ma anche di esperienze giornalistiche in ogni tipo di medium (oh, è latino, mi raccomando). Amo il calcio, quello vero, ma da quando ho visto la fiamma olimpica non mi sono più riavuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →