Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

Volley Maschile: l’Italia è pronta. 3-0 alla Slovacchia

Di   /  8 Settembre 2013  /  Nessun commento

Foto: FIVB.org

Foto: FIVB.org

PALLAVOLO (Cavalese). Buona prova ieri sera dell’Italia che nella prima gara amichevole di avvicinamento ai Campionati Europei ha superato con un netto 3-0 (25-21, 25-22, 28-26) la Slovacchia dimostrando una discreta condizione a meno di due settimane dall’inizio della rassegna continentale. Gli azzurri, schierati nella formazione tipo da Berruto con Travica in palleggio, Zaytsev opposto, Savani e Parodi schiacciatori, Birarelli e Beretta centrali, Rossini libero, hanno bene interpretato l’impegno conducendo per lunghe fasi. Le note positive sono arrivate dall’efficacia a muro (10 contro 1) e dalla buona vena degli attaccanti azzurri con Zaytsev mattatore (15 punti) seguito da Savani (9) e Parodi (8 punti e 71%).

Nel complesso dunque una buona prestazione che arriva dopo un lungo periodo di preparazione in cui i carichi di lavoro sono stati notevoli. Il match è stato ben giocato dalle due formazioni che non si sono risparmiate battagliando spesso punto a punto, ma con Savani e compagni bravi ad essere più efficaci nelle fasi conclusive dei parziali e a forzare al servizio mettendo spesso in difficoltà la ricezione avversaria. Vinti i primi due set proprio nelle fasi finali (nel primo l’Italia piazza l’allungo decisivo grazie a due muri consecutivi di Parodi e Birarelli chiudendo poi sul 25-21 con un ace di Travica; nel secondo un turno in battuta di Zaytsev traccia il solco portando la sua squadra sul 24-21); il terzo, iniziato con Kovar e Mazzone al posto di Savani e Birarelli, ha regalato emozioni con l’Italia che, avanti 24-21, si è fatta prima rimontare sul 24-24 per poi riuscire ad imporsi 28-26 al sesto match ball.

Al termine della gara le due formazioni hanno disputato un quarto set conclusosi con il punteggio di 25-21 sempre in favore degli azzurri. Oggi si replica a Schio (ore 18.30).

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →