Caricamento...
Sei qui:  Home  >  CERCHI E PALAZZI  >  Articolo corrente

Boicottaggio Settebello:
giocatori con Pro Recco

Di   /  27 Agosto 2013  /  Nessun commento

Settebello-SpagnaCERCHI E PALAZZI. Più che l’effetto onda della piscina, quello che sta travolgendo il mondo del nuoto italiano nei suoi massimi dirigenti è uno tsunami in piena regola. Vi abbiamo parlato ieri dello scambio di missive aperte tra il presidente della Pro Recco e il presidente Federale Barelli che minacciava la volontà della compagine recchelina di valutare di volta in volta la concessione del nulla osta per la partecipazione dei suoi atleti alle attività della nazionale di Pallanuoto e oggi gli stessi giocatori (erano sette nella squadra di Sandro Campagna ai recenti Campionati Mondiali di Barcellona) scendono pesantemente in campo con un comunicato stampa (che trovate in fondo a questo articolo) “in quanto si sentono fortemente coinvolti”.

Fatti salvi i convenevoli iniziali, i giocatori ritengono “inaccettabili determinati atteggiamenti della federazione nei confronti del club” e sentono la necessità di “affiancere” il loro Presidente nella denuncia di un sistema sempre più irriconoscente dei meriti sportivi”. In poche parola, continua il comunicato “noi dodici atleti che in questi anni abbiamo fatto parte della nazionale italiana siamo pronti a valutare l’ipotesi di non rispondere alle future convocazioni della Federazione”.

 

La lettera aperta dei giocatori

La lettera aperta dei giocatori

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. La Fiamma sta per spegnersi su un’Olimpiade controversa. Il bilancio non può che essere positivo, visto che siamo stati capaci di vincere in molti sport e di creare novità attorno a discipline poco considerate. Resta l’impressione di sempre. Quale? Semplice, all’Italia manca il sistema sportivo nazionale, manca quella lucida progettazione di sistema che progetti […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →