Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

Bonitta e il ko col Brasile “Sconfitta che servirà”

Di   /  24 Giugno 2016  /  Nessun commento

bonitta

Lo staff azzurro di Bonitta ascolta l’inno (federvolley.it)

PALLAVOLO. All’esordio nell’ultimo weekend del World Grand Prix la nazionale italiana femminile è stata superata dal Brasile 1-3 (26-24, 22-25, 13-25, 22-25). Le ragazze di Bonitta hanno disputato un ottimo primo set, nel quale grazie in particolar modo ad una grande Egonu hanno messo in netta difficoltà la avversarie. Equilibrato il secondo parziale, mentre nel terzo le brasiliane hanno comandato il gioco. Tanti i rimpianti azzurri per un quarto set che sembrava saldamente in mano e invece i troppi errori commessi hanno permesso alle sudamericane di chiudere 3-1. Tra le fila italiane Paola Egonu è stata la miglior marcatrice del match con 26 punti. Buono il rendimento a muro di Chirichella (5 p.) e Danesi (4 p.), mentre a pesare sono state le tante battute sbagliate (16) e i molti errori: 36 cont ro i 14 avversari. Domani l’Italia tornerà in campo per affrontare la Turchia (ore 16.30 italiane, differita ore 23.45 RaiSport 1).

Così il ct azzurro Marco Bonitta: ““È stata una partita simile a quella disputata da loro in Brasile. Nel primo set siamo andati molto bene, offrendo una buonissima pallavolo e anche nel secondo ce la siamo giocata sino in fondo. Nel terzo siamo stati in grossa difficoltà, non riuscendo a reagire e mollando troppo. Peccato per il quarto perché eravamo nettamente avanti, ma poi i troppi errori, come successo a Rio, ci hanno penalizzato tanto. Dobbiamo far tesoro di questa lezione, uscendo dal campo con la consapevolezza che per tre set ci siamo espressi sui loro stessi livelli. Domani affronteremo una Turchia molto rinnovata e giovane che vorrà far bene davanti ai propri tifosi”.bonitta

About

Di professione #sharindaddy, racconto storie da 30 anni. Ho un futuro dietro le spalle fatto di un Mondiale e due Olimpiadi, ma anche di esperienze giornalistiche in ogni tipo di medium (oh, è latino, mi raccomando). Amo il calcio, quello vero, ma da quando ho visto la fiamma olimpica non mi sono più riavuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →