Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

Mondiali Ciclismo Pista: azzurri comprimari nella terza giornata

Di   /  1 Marzo 2014  /  Nessun commento

2014_uci_track_cycling_world_championships_cali_colombiaCICLISMO SU PISTA (Calì). Tre titoli assegnati e le prime prove nell’Omnium maschile ai Campionati Mondiali di Ciclismo su pista che si stanno svolgeno a Calì con i rappresentanti italiani decisamente comprimari. Nella Corsa a Punti maschile, Elia Viviani ha chiuso al tredicesimo posto con soli 7 punti nella gara dove è arrivato il primo Oro dei padroni di casa con Edwin Avila Vanegas, già campione del mondo nel 2011, che con 70 punti stacca di quattro punti il neozelandese Scully e di diciannove la medaglia di Bronzo, lo spagnolo Eloy Teruel Rovira.

Nell’Inseguimento femminile Beatrice Bartelloni è dodicesima in 3’43″577 e Maria Giulia Confalonieri quindicesima in 3’48″166. La medaglia d’Oro va alla britannica Joanna Rowsell in 3’30″813 che batte nella finale la statunitense Sarah Hammer (3’31″535) mentre la medaglia di Bronzo va all’australiana Amy Cure.

Dopo la vittoria nel Keirin di ieri, il francese Francois Pervis conquista l’Oro anche nel chilometro da fermo che vince con il tempo di 59″385. Argento al tedesco Joachim Eilers (59″984) e Bronzo al neozelandese Simon Van Velthooven (1’00″518″).

Dopo le prime tre prove dell’Omnium maschile, la classifica provvisoria è guidata dal francese Thomas Boudat con 12 punti che precede il russo Manakov (15) e l’olandese Tim Veldt (18). Francesco Castegnaro è sedicesimo con 45 punti.

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →