Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Prima Pagina  >  Articolo corrente

Greg Paltrinieri:
Bronzo nei 1500 sl

Di   /  4 Agosto 2013  /  1 Commento

La quinta medaglia italiana dei Campionati Mondiali di Barcellona arriva nell’ultima giornata grazie a Gregorio Paltrinieri che conquista il terzo posto nella finale dei 1500 stile libero. Il Nuoto chiude con l’Argento di Federica Pellegrini e il Bronzo di Greg tra luci e ombre in chiave azzurra.

Palt-medBARCELLONA 2013. Scivolano nella vasca del Palau Sant Jordi il cinese Sun Yang e Ryan Cochrane a caccia del titolo mondiale dei 1500 stile libero e dietro di loro bracciata dopo bracciata c’è il nostro Gregorio Paltrinieri, diciotto anni da Carpi esame di maturità superato quest’anno come molte volte hanno ricordato in questi giorni mediocri cronisti in cerca di giustificazioni preventive. Siamo agli 800 gara, i primi due hanno un paio di secondi di vantaggio sull’azzurro che guadagna centimetro dopo centimetro su Connor Jaeger, quello che potrebbe essere il suo unico avversario nella scalata verso il podio. Quando mancano 500 metri, Greg ha due secondi dai primi e un secondo e mezzo di vantaggio su Jaeger. Due vasche dopo sono solo più 98 centesimi ma Paltrinieri è un metronomo, 1″35 a trecento metri dall’arrivo. Quattro nuotatori che procedono con lo stesso ritmo bracciata dopo bracciata seminati nella vasca, gli altri lontano.

Mancano quattro vasche, per un istante sembra che l’azzurro vada all’attacco di Sun Yang e Cochrane mentre allunga su Jaeger; campanella, ultimo giro, ultime due vasche. Attacca Sun Yang a caccia del terzo oro di questo mondiale, ma Paltrinieri è grandissimo Bronzo, in 14’45″37, record italiano. Dopo il quinto posto di Londra 2012, la medaglia di Bronzo di Barcellona. Grandissimo Greg.

 

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →