Caricamento...
Sei qui:  Home  >  Notizie  >  Articolo corrente

Mosca 2013: gli azzurri
in gara domani

Di   /  9 Agosto 2013  /  Nessun commento

Foto: Colombo/FIDAL

Foto: Colombo/FIDAL

MOSCA 2013. Dieci gli azzurri impegnati in gara domani a Mosca, nella giornata inaugurale della quattordicesima edizione dei Campionati del Mondo. I primi ad affrontare l’impegno con la rassegna iridata saranno gli astisti Giuseppe Gibilisco e Claudio Stecchi, che andranno in pedana, nelle qualificazioni, alle 8.15 italiane. Quaranta gli atleti iscritti complessivamente nei due gruppi: per tutti loro, la misura di accesso alla finale è fissata in 5,70 (lo stagionale 2013 di Gibilisco). Alle 9.20 sarà la volta di Giordano Benedetti, nella prima batteria (delle sei previste) degli 800 metri: il trentino punta al passaggio alle semifinali, che premierà i primi tre più i primi sei tempi di ripescaggio. Con l’azzurro, tra gli altri, anche il polacco Marcin Lewandoski, e il francese Pierre-Ambroise Bosse, entrambi accreditati di personali inferiori a 1:44.

Alle ore 12 italiane), via alla Maratona donne (partenza e arrivo dallo stadio Luzhniki): a difendere i colori azzurri, Valeria Straneo ed Emma Quaglia, in una prova che si annuncia di complicatissima interpretazione per via delle condizioni atmosferiche previste (temperatura al di sopra dei 30 gradi, asfalto bollente). Difficile anche identificare un gruppo di favorite, nelle quali comunque andrebbero inserite, per valore oggettivo e palmarès, keniane ed etiopi (Kiplagat e Gelani, per fare due nomi), oltre a qualche altra protagonista di spessore internazionale, come ad esempio la giapponese Mizuki Noguchi, campionessa olimpica di Atene 2004.

Nella sessione pomeridano-serale, la prima italiana in gara – le 16.05 nel nostro Paese – sarà Libania Grenot, nella terza batteria dei 400 metri. Con lei (che occuperà la seconda corsia) anche la statunitense Franceena McCorory, 49.96 nel 2013. Promozione alle semifinali per le prime quattro e per i migliori 4 tempi tra le eliminate. Nella quarta batteria, spazio a Chiara Bazzoni (ottava corsia), al primo impegno da individualista in una grande manifestazione estiva. Mezz’ora più tardi, alle 16.35, sarà il turno di Nicola Vizzoni , protagonista del secondo gruppo di qualificazione del lancio del martello: il capitano azzurro (alla nona esperienza in un Mondiale) cerca il lancio da 77,00 che gli garantirebbe l’accesso diretto alla finale. Quando le prime ombre della sera staranno per calare sullo stadio Luzhniki, alle 16.55, la seconda delle finali con atleti italiani impegnati, i 10000 metri uomini: ben 35 gli iscritti confermati, tra i quali Daniele Meucci (solo cinque gli europei al via). Alle 17.20, l’ultima dei dieci azzurri della prima giornata: Darya Derkach, alla caccia di una difficile qualificazione nel lungo (misura d’accesso: 6,75).

 

Vai al programma completo

 

 

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →