Caricamento...
Sei qui:  Home  >  DIAMO I NUMERI  >  Articolo corrente

Nella storia dei Mondiali sono 84 le medaglie azzurre

Di   /  20 Luglio 2013  /  Nessun commento

Prendono il via oggi i quindicesimi Campionati Mondiali di Nuoto, Pallanuoto e Tuffi e gli atleti azzurri saranno impegnati ad arricchire il bottino che da Belgrado 1973 a Shanghai 2011 è stato raccolto: 84 medaglie con 25 Ori, 23 Argenti e 36 Bronzi. Un raccolto che considerando le medaglie di squadra come nella Pallanuoto e i plurimedagliati ha portato sul podio 129 azzurri.

In testa alla classifica dei plurimedagliati vi sono due rappresentanti del gentil sesso: Federica Pellegrini con le sue sei medaglie (4 medaglie d’Oro grazie alle due doppiette di Roma e Shanghai, un Argento e un Bronzo) e Viola Valli, dominatrice nel Nuoto di Fondo e autrice anche lei di due doppiette. In campo maschile lo scettro resta al grande Klaus Dibiasi che nelle prime due edizioni raccolse due Ori e due Argenti anche se contando le medaglie e non pesandole Massimiliano Rosolino raggiunge quota 5 con un Oro, tre Argenti e un Bronzo.

Manca solo la ciliegina sulla torta, la medaglia del metallo più prezioso, a Tania Cagnotto (un Argento e quattro Bronzi) e a Stefano Battistelli (due Argenti e due Bronzi).

Studio: Alanews

Studio: Alanews

About

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Punto

    .....................................................

    21 Agosto 2016 12:35
    Il bilancio è positivo, ma manca il sistema

    MILANO. Il numero cinque fa pensare in questa domenica azzurra. Cinque come le Olimpiadi di Tania Cagnotto che, alla quinta Fiamma, vince un argento e un bronzo e chiude lì. La bolzanina ha insegnato a tutti una cosa: ci può essere un modo di interpretare l’appuntamento olimpico. Con serenità, con la serenità di chi sa […]

  • Facebook

  • Pubblicità

  • Pubblicità

Potrebbe interessarti...

I numeri di un’Olimpiade finta: 312, 45 e 10

Leggi... →