Autore: Luigi Pellicone

Luigi Pellicone

43 anni, laureato in Lettere Moderne giornalista dal 2007. Da quando la serie A ha deciso di fare a meno del mio talento, ho riversato i miei lampi di classe nella scrittura. Seguo sport e politica sul campo senza soluzione di continuità. Circondato da sole donne in famiglia, mi preparo per le Olimpiadi fra 3000 siepi, salto in alto, in lungo e corsa a ostacoli, inseguendo, spesso invano, il mio inaffidabile labrador. Alle spalle, un paio di vite spese fra agenzie di stampa, quotidiani e siti web. Un presente e un futuro ovviamente, tutto da scrivere

Parigi 2024 è molto più vicina di quanto sembri. E in vista della prossima estate, considerato anche quanto accaduto in quella appena trascorsa, in tanti si stanno interrogando su quanto e come inciderà il clima. In questo senso, il CONI vuole farsi trovare pronto. Analisi bio-climatica Parigi 2024 Al Comitato Olimpico Nazionale Italiano non si lascia niente di intentato pur di migliorare le quaranta medaglie conquistate a Tokyo. Dunque, le prime risposte sono arrivate dal Seminario “Analisi Bio-Climatica Parigi 2024”, a cura dell’Istituto di Medicina e Scienza dello Sport del CONI, che ha fornito ai responsabili tecnici delle squadre azzurre…

Read More

Prima edizione dei Mondiali di corsa su strada a Riga, in Lettonia. Saranno 8 gli azzurri in gara nelle tre specialità inserite nel programma della rassegna iridata del running: il miglio, i 5 km e la mezza maratona. Miglio, che spettacolo: Kipyegon contro tutte La massima attrazione dell’evento, che si snoda nelle vie centrali della capitale lettone, è la sfida femminile del miglio: è annunciata la presenza della dominatrice della stagione, la keniana Faith Kipyegon, che in questo 2023 ha già firmato tre record del mondo e due titoli mondiali. La fuoriclasse del mezzofondo mondiale correrà anche contro il cronometro…

Read More

Tutto pronto per l’ottava edizione estiva del Trofeo CONI. Fino a domenica 24 settembre la Costa Jonica della Basilicata sarà teatro della fase finale della più grande manifestazione sportiva under 14 d’Italia. La finale nazionale del Trofeo CONI è il culmine di un percorso iniziato dai ragazzi con le proprie Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche nelle rispettive Province e Regioni e, al tempo stesso, un’occasione di crescita nel nome dello sport di base. Una mini olimpiade a tutti gli effetti La Cerimonia d’Apertura è in programma giovedì alle ore 18 a Nova Siri Marina: l’evento segnerà ufficialmente l’inizio della ‘mini…

Read More

Organizzare gare di ciclismo su strada nel Regno Unito è sicuramente qualcosa di complicato. Il Tour femminile è stato cancellato quest’anno a causa della mancanza di fondi e, nonostante il continuo sostegno da parte di partner a lungo termine, il Tour of Britain maschile, che si è concluso domenica, è stato lontano dalle luci della ribalta e soprattutto senza uno sponsor principale. Ma perché è così difficile organizzare gare di ciclismo in Inghilterra? Costi enormi e poco appeal: alle radici di una crisi Il ciclismo, in Gran Bretagna, ha costi enormi rispetto alle prospettive di guadagno. Il modello, a differenza…

Read More

La nazionale di Rugby è pronta per giocarsi il mondiale in Francia. Gli azzurri sono inseriti in un girone al limite dell’impossibile e superarlo, contro avversari come Nuova Zelanda e Francia, è un esercizio di ottimismo esagerato, ma la selezione di Kieran Crowley proverà a compiere il miracolo sportivo. Anche perché non è previsto un bis olimpico. Il Rugby a 15 non fa parte delle discipline olimpiche. Ma perché? I motivi sono molteplici. Il paradosso dello sport dilettantistico per eccellenza Il rugby vive un paradosso. È, per antonomasia, lo sport praticato a livello ludico e dilettantistico e per diversi anni…

Read More

La Reggia di Versailles, difficile trovare una location più suggestiva a Parigi, e probabilmente anche nel mondo intero, per gli sport equestri. A poco meno di un anno dai Giochi Olimpici, nella capitale francese sono convinti che i giardini potranno vivere una seconda giovinezza. Un cammino pieno di ostacoli Nel pieno rispetto dello sport che dovrà ospitare, il cammino verso il completamento dei lavori è affascinante quanto ricco di ostacoli. Lo stato dell’arte dei lavori deve camminare in parallelo con un progetto ambizioso: tracciare il percorso per le gare di dressage, salto a ostacoli e nuoto a margine del pentathlon…

Read More

La caduta degli Dei. La Spagna di coach Sergio Scariolo esce dai mondiali di Basket, eliminata dal Canada. I Campioni in carica adesso hanno, a breve termine, un doppio compito: ricostruirsi nel morale e nella testa e poi giocarsi il torneo preolimpico. Un futuro improvvisamente incerto Prima della sfida contro il Canada, la nazionale spagnola era una squadra con un passato gigantesco alle spalle e prospettive altrettanto importanti. Quattro quarti e un 85-88 dopo, tutto è in discussione: l’incertezza si racchiude anche in un ciclo olimpico (2021-2024) più breve degli altri, visto che i Giochi di Tokyo si sono svolti con…

Read More

Matteo Arnaldi, il nuovo nome del tennis italiano. Un US Open da incorniciare per il 22 enne di Sanremo, capace di arrampicarsi sino agli ottavi di finale dello Slam dopo i tre set a zero rifilati a Cameron Norrie. Atteso da una sfida impossibile contro Carlos Alcaraz, adesso ha tutto da guadagnare. Nell’attesa di un nuovo miracolo, si gode una crescita esponenziale, in campo e nel ranking. Dai margini della classifica al top Ventiquattro mesi fa, quando si affacciava fra i grandi, l’obiettivo più realistico del giovane Matteo era di entrare nella geografia del tennis. Fuori dai radar, con una…

Read More

Italia Femminile di pallavolo, che delusione. La nazionale di Mazzanti non ha centrato neanche l’obiettivo minimo prefissato prima dell’Europeo giocato da campionesse in carica. Legittimo pensare di arrivare a difendere l’oro conquistato nella precedente edizione. In alternativa, era perlomeno doveroso salire sul gradino più basso del podio. Né l’uno, né l’altro. Un flop inatteso: si è spenta la luce Un flop inatteso, quello azzurro, che ha spento totalmente la luce dopo la semifinale con la Turchia. Al primo vero ostacolo di una certa caratura tecnica, la nazionale del CT Mazzanti si è incagliata, perdendo completamente la rotta e calando a…

Read More

Mai sfidare l’orgoglio di un campione e quello di Novak Djokovic è paragonabile a quello di un leone ferito, belva che diventa ancora più pericolosa se messa alle strette. Uscendo dai paragoni e tornando al campo da tennis, Djokovic semplicemente è un grande campione, che si motiva di più quando le difficoltà crescono o quando si sente offeso. E tutto lascia credere che anche negli USA potrebbe riscrivere un canovaccio collaudato. La prima vendetta: Melbourne Nole ha avuto un rapporto piuttosto complicato con l’Australia. Lo scorso anno è stato messo al bando dal paese per il suo rifiuto di farsi…

Read More

Lukaku ha scelto la 90 anche a Roma. In molti hanno associato questo numero di maglia alla paura che incute agli avversari. In realtà, la storia affonda le radici fra aritmetica, opportunità e fantasia. Esattamente come all’Inter, anche la “9” è occupata. Dunque il belga ha riproposto un collaudato refrain “90” ovvero 9+0, che sommato, è sempre uguale al nove. Ma Lukaku è solo l’ultimo a essersi legato a una storia particolare per la scelta del numero sulla maglia. Zamorano, il pioniere dell’“1+8” Il pioniere della scelta di numero di maglia originali è Ivan Zamorano, indimenticato centravanti cileno dell’Inter. Nella…

Read More

Ci sono campioni che non hanno bisogno della carta d’identità per scendere in campo. Non è questione di scordarsi l’età. Semplicemente, per gente del calibro di Victor Claver, l’età non conta. Il 35enne si è presentato in campo da par suo contro l’Iran. Tre assist, 3 su 3 da fuori area con una percentuale del 100% e altrettanti rimbalzi. Tutto in solo 13’ in campo. Quanto basta e avanza per convincere tutti, Sergio Scariolo compreso. Una storia senza limiti “Grande incontro. Non ho altre parole per definire la partita di Victor”. Il coach Sergio Scariolo, personaggio non esattamente avvezzo ai…

Read More

Sebastian Coe, presidente della World Athletics , promuove Budapest e apre a prospettive insperate per la capitale ungherese: secondo il numero uno della ex IAAF la città ha tutto per considerarsi pronta ad ospitare le Olimpiadi. Un’atmosfera coinvolgente Coe, che ha un passato da atleta medagliato, due volte olimpionico nei 1500 metri piani, a Mosca 1980 e a Los Angeles 1984, è rimasto particolarmente colpito, per sua stessa ammissione dall’atmosfera intorno ai Mondiali di Atletica, definiti come esperienza “elettrica e avvincente. Non riesco a ricordare un’atmosfera migliore ai campionati del mondo è stato un evento davvero fantastico e ritengo che…

Read More

Champions League, ci siamo. Il sorteggio delineerà la stagione 2023/2024 ma non tutti i protagonisti. Restano infatti le incognite legate alle convocazioni da parte dei club che si giocheranno uno dei trofei più ambiti dello sport. Ma come funziona la famosa “lista UEFA”? Le convocazioni In primis, la lista dei convocati. Il regolamento della UEFA è molto chiaro. Entro lunedì 4 settembre dovranno essere presentate le convocazioni delle 32 squadre  partecipanti ai gironi di UEFA Champions League. Ogni club deve presentare due elenchi di giocatori, inclusi i dettagli come numero di maglia, data di nascita e nazionalità. Inoltre, le liste…

Read More

Nel tennis, paese che vai, superficie che trovi. Solitamente, ogni sport è associato a una superficie o a un tipo di terreno su cui viene praticato. L’eccezione è di chi impugna la racchetta. A differenza di basket, calcio e pallavolo, con l’erba, il tennis è una delle pochissime discipline sportive che possono essere eseguite su diverse tipologie di terreno. Fra l’altro, la differenza tra i campi è fondamentale. Alla superficie corrispondono variabili fondamentali come il rimbalzo della palla, la tecnica del colpo o anche la velocità di movimento. Dunque il tennista deve adattarsi e cambiare il proprio stile di gioco.…

Read More

Fra i riti del calcio estivo, oltre al mercato, c’è un altro elemento imprescindibile: le visite mediche. Termine notissimo ai tifosi, nonché ultimo e necessario atto che trasforma i sogni calcistici in realtà, si tratta del passaggio obbligato prima che il trasferimento da una squadra all’altra possa essere ufficializzato attraverso la stipula del contratto. Ma in cosa consistono questi controlli che a volte hanno fatto saltare ingaggi e acquisti che sembravano già perfezionati? Visite approfondite al cuore La prima “conditio sine qua non” è ottenere l’idoneità sportiva che permette di praticare attività fisica a livello agonistico e per farlo è…

Read More

Via allo US Open, quarto e ultimo appuntamento con il Grande Slam: appuntamento a Flushing Meadows, New York. Concepito come evento esclusivo di intrattenimento per la jet society americana, il torneo è cresciuto sino a diventare un evento da 16 milioni di dollari di premi. Una finale annunciata? Si gioca sul Laykold, superficie veloce che ha però meno attrito e produce un rimbalzo più basso rispetto al cemento. Ideale per chi ama il serve & volley, ha comunque un pronostico abbastanza chiuso. La prospettiva più affascinante è la possibile rivincita fra Novak Djokovic e Carlos Alcaraz in un’altra finale del…

Read More

Italia Team, tempo di bilanci dopo Budapest. La rassegna iridata ha lasciato in eredità diverse indicazioni e la prospettiva di un futuro quanto mai azzurro. La spedizione ha fruttato quattro medaglie, il doppio rispetto all’edizione di Eugene e, soprattutto, la consapevolezza di avere una squadra competitiva in vista di Parigi 2024. Allargando lo spettro alle discipline olimpiche, il quadro è confortante: 37 le medaglie conquistate in questo 2023. Dieci e lode: le medaglie d’oro Lo sport italiano ha conquistato, sinora, dieci medaglie d’oro: voce grossa, come consuetudine, la fa la scherma che ha portato in dote quasi la metà del…

Read More