Autore: Massimo Brignolo

Avatar

Manager di una multinazionale, da quasi 50 anni guardo allo sport con gli occhi sognanti dell'eterno ragazzo. Negli ultimi anni, fulminato dall'aria olimpica respirata nella mia Torino, ho narrato lo sport a cinque cerchi, quello che raramente trova spazio nei media tradizionali. Non disdegno divagazioni nel calcio, mettendo da parte l'anima tifosa, che può ancora regalare storie eccezionali da narrare a modo mio.

SOCHI 2014. E’ l’Olimpiade delle triplette. L’Olanda da record ha monopolizzato il podio quattro volte nel Pattinaggio di Velocità, nello Slopestyle sugli sci è toccato agli Stati Uniti e oggi è stata la volta della Francia che è salita sui primi tre gradini del podio nello Skicross. Gara disputata sullo stesso percorso dello Snowboardcross, batterie a quattro che evitano la carneficina da Rollerball dei sei concorrenti dello SBX, decisamente più godibile dell’omologo sulla tavola. A salire sul gradino più alto del podio è il ventiquattrenne savoiardo Jean-Frederic Chapuis, già campione del mondo lo scorso anno, che ha preceduto Arnaud Bovolenta…

Read More

SOCHI 2014. La Germania comanda la classifica parziale della gara a squadre della combinata nordica al termine dei salti sul trampolino grande di Sochi. Il quartetto teutonico ha messo da parte 7″ di vantaggio con cui partirà alle ore 12 italiane nella frazione  di fondo. Terzo posto per la Norvegia a 25″, mentre la Francia è quarta a 35″. Nona l’Italia con Armin Bauer, Lukas Runggaldier, Samuel Costa e Alessandro Pittin, che ha accumulato 2″10 di svantaggio e avrà la possibilità di recuperare posizioni al pomeriggio. Risultati completi – Combinata Nordica – Prova a Squadre Salto

Read More

Alla terza Olimpiade e a 27 anni la pattinatrice altoatesina regala un Programma Corto da brividi di emozione pura. In assoluto, e non lo dice solo il punteggio, il miglior Short Program della sua carriera, pennellate d’autore sulle note dell’Ave Maria di Schubert. Questa sera va a caccia dell’unica medaglia che manca nel suo palmares partendo in sostanziale parità con Yu-Na Kim e la russa Sotnikova.

Read More

SOCHI 2014. “L’Ave Maria per me è come una preghiera per dire grazie per tutto quello che ho fatto ed imparato nel pattinaggio”. Lo ha affermato Carolina Kostner nel corso della conferenza stampa tenutasi all’interno dell’Iceberg Ice Palace dopo il Programma Corto che la ha vista chiudere al terzo posto a soli 80 centesimi di punto dalla detentrice del titolo olimpico, la sudcoreana Yu-Na Kim e a 52 dal secondo posto per il momento occupato dalla russa Adelina Sotnikova. “Dopo le Olimpiadi di Vancouver del 2010 credevo che davvero che fosse finita, ho pensato di ritirarmi. Ho deciso di proseguire…

Read More

SOCHI 2014. Il migliore Programma Corto dell’Artistico femminile con tre pattinatrici sopra i 74 punti, tra le quali Carolina Kostner, merita una analisi sulla sua costruzione ed i punteggi delle varie fasi. Nel computo totale le differenze sono impercettibili e fanno sì che nel Programma Libero di stasera l’azzurra, la coreana Yu Na Kim e la russa Adelina Sotnikova partano di fatto alla pari. Nel Programma Corto, ieri si è registrata sostanziale parità tra la coreana e la russa, 6 centesimi di punto tra le due, ma la piacevole sorpresa è stato il fatto che Carolina abbia perso solo un…

Read More

SOCHI 2014. Alla terza Olimpiade e a 27 anni compiuti 11 giorni fa, una età significativa nel confronto con avversarie spesso più giovani, Carolina Kostner regala un Programma Corto da brividi, non di paura ma di emozione pura. In assoluto, e non lo dice solo il punteggio, il miglior Short Program della sua carriera, pennellate d’autore sulle note dell’Ave Maria di Schubert. Caro, la ragazza che l’ex presidente del CONI etichettò come una campionessa mancata, dopo aver ritoccato il suo primato personale durante la gara a squadre, è riuscita a salire ancora fino al 74.12 della terza posizione (37.49 di elementi…

Read More

SOCHI 2014. Non è frutto del caso o di una coincidenza la medaglia di Bronzo della Staffetta Mista nel Biathlon conquistata oggi. Gli azzurri dall’uscita del primo poligono ad opera di Dorothea Wierer all’ultimo metro percorso da un solare Lukas Hofer sono sempre stati sul podio della gara con una prestazione eccezionale per regolarità, velocità sugli sci ottimamente preparati e precisione al tiro (nessun giro di penalità, un errore per Wierer, un errore per Karin Oberhofer, quattro erroriper Dominik Windisch, percorso netto per Lukas Hofer). La Norvegia ha costruito il suo Oro prima con una Tora Berger scatenata dal suo…

Read More

SOCHI 2014. Ted Ligety fa centro e conquista il secondo Oro olimpico della sua carriera dopo quello della Combinata di Torino 2006. L’Oro arriva nella prima manche, filante e veloce, nella quale Ligety semina gli avversari e li lascia lontani. Nella seconda, tra buche e neve cotta, l’americano gestisce e chiude con il tempo di 2’45″29 con 48 centesimi di vantaggio sul rimontante Steve Missilier che in coppia con Alexis Pinturault (64 centesimi di ritardo) porta le prime medaglie dello Sci Alpino alla Francia. Quarto Marcel Hirscher, arrivato in Russia con tutta l’intenzione di fare medaglia sia in Gigante che…

Read More

SOCHI 2014. Se non fosse che nello Sci tutto può accadere, si potrebbe dare a Ted Ligety la medaglia d’Oro dello Slalom Gigante dopo la prima manche. Lo statunitense pennella, scivola, disegna traiettorie là dove i comuni mortali usano le lamine, alzano neve. Il risultato lo si legge sul tabellone: 1’21″08, il resto del mondo è almeno ad un secondo. A conferma della eccezionalità del ventinovenne di Salt Lake City viene il fatto che il secondo posto provvisorio è del ceco Ondrej Bank a 93 centesimi mentre intorno al terzo posto la competizione è apertissima con 13 sciatori in mezzo…

Read More

SOCHI 2014. E’ vero che la stagione di Coppa del Mondo aveva suscitato qualche perplessità ma la controprestazione degli snowboarder azzurri nelle qualificazioni del Gigante Parallelo è devastante. Nessuno degli italiani si classifica per gli ottavi di finale in programma alle 10: il migliore, si fa per dire, che si gioca tutto con molte incertezze nella discesa sulla pista rossa è Roland Fischnaller che chiude le qualificazioni al diciottesimo posto, a 72 centesimi dall’austriaco Promegger, ultimo dei qualificati. Christoph Mick conclude entrambe le discese ma con tempi altissimi, il più lento tra tutti quelli che hanno finito entrame le prove.…

Read More

SOCHI 2014. Come era già successo nei 500 metri maschili, nei 5000 metri maschili e nei 1500 metri femminili, è tutto olandese anche il podio dei 10000 metri maschili di Pattinaggio di Velocità alle Olimpiadi di  Sochi. Medaglia d’Oro per Jorrit Bergsma che ha stabilito anche il nuovo record olimpico con il tempo di 12:44.45, su una pista, quella di Sochi, non considerata particolarmente veloce. Al secondo posto il grande favorito Sven Kramer (+4.57), già Oro nei 5000 metri. Medaglia di Bronzo per il più esperto Bob de Jong (+22.74), classe ’76, già medaglia d’Oro a Torino 2006 e di…

Read More

SOCHI 2014. Si sono concluse ieri con la prova a squadre le gare di Salto con gli Sci delle Olimpiadi di Sochi: Kamil Stoch ha vinto i due titoli olimpici maschili individuali, la Germania la gara a squadre e la prova femminile per la prima volta nel programma. Tutto quanto successo, il medagliere di questa edizione e quello storico aggiornato nella infografica di Olympialab. SOCHI 2014 – Salto | Create Infographics

Read More

SOCHI 2014. Suicidio sportivo tedesco negli ultimi metri della Combinata Nordica dal trampolino grande. Alla gimcana finale, indegna di una gara olimpica e anche solo di Coppa del Mondo, si presentano Kircheisen, Rydzek e Riessle e i norvegesi Graabak e Magnus Moan per giocarsi tre medaglie. Con Moan ormai allo stremo ed in ultima posizione, nell’ingresso allo stadio il trio tedesco lascia il passo al più giovane norvegese e alla penultima curva avviene il patatrac. Kircheisen arrota Rydzek e disturba Riessle, Graabak se ne va in solitudine verso l’Oro olimpico e Magnus Moan verso l’Argento. Alla Germania non rimane che…

Read More

SOCHI 2014. Come a Torino 2006,  il treno italiano della Staffetta femminile di Short Track è medaglia di Bronzo, la terza medaglia della squadra italiana e, in particolare di Arianna Fontana, nella disciplina. A salire sul terzo gradino del podio sono Martina Valcepina, Elena Viviani, Lucia Peretti e super Arianna. Il terzo posto arriva per una squalifica della Cina che aveva tagliato per prima il traguardo ma che al penultimo passaggio aveva danneggiato la Corea del Sud in tentativo di rimonta. Le azzurre che nei primi giri hanno sempre tenuto la terza o la quarta posizione del plotone apparivano tagliate…

Read More

SOCHI 2014. Solo la febbre che ha accusato dopo la vittoria nella gara Normal Hill, potrebbe togliere a Eric Frenzel la doppietta nelle prove individuali della Combinata Nordica. Dal trampolino grande, il tedesco ha effettuato un salto da 139,5 metri che gli frutta la prima posizione in vista dei 10 km sugli sci stretti. A seguirlo uno specialista del salto come il norvegese Klemetsen che partirà a 8 secondi. Il terzo nella classifica provvisoria è l’austriaco Gruber (+22″) che precede il giapponese Watabe, Argento nella Normal Hill, che partirà a 33 secondi insieme a Jason Lamy Chappuis. Subito dietro due…

Read More

SOCHI 2014. Dopo aver vinto la medaglia d’Oro nella Discesa Libera, Tina Maze raddoppia conquistando il titolo olimpico dello Slalom Gigante: la slovena, dopo aver approfittato al massimo del primo pettorale di partenza nella prima manche, controlla il ritorno delle avversarie nella seconda discesa e mantiene al traguardo un vantaggio di 7 centesimi su Anna Fenninger. La campionessa olimpica di Vancouver, Viktoria Rebensburg, mette sul tavolo il miglior tempo nella discesa decisiva che le permette di risalire dal sesto posto al terzo gradino del podio che sfugge a Nadia Fanchini, settimo tempo per lei nella seconda, di solo 11 centesimi.…

Read More

SOCHI 2014. Botte, voli pericolosi, contatti: è la regola dello Snowboardcross. A farne le spese è anche Omar Visintin che in controllo della seconda semifinale viene toccato dall’australiano Cameron Bolton e vola in un salto ricadendo pesantemente sulla schiena. Per lui che necessita del soccorso immediato l’Olimpiade è finita e le immagini non sono rassicuranti. Nella stessa semifinale limita i danni collaterali Luca Matteotti che pur caduto nello stesso groviglio riesce a portare a casa la qualificazione alla finale. Nei turni precedento sono usciti molti grandi favoriti come Nate Holland, Alex Pullin, Nick Baumgartner mentre, a sorpresa, il russo Nikolay…

Read More

SOCHI 2014. Piove su Krasnaya Polyana, il sale profuso a quantità non è riuscito a lavorare, la neve è una marmellata. La prima manche del Gigante femminile va in onda in uno scenario autunnale e premia i pettorali bassi. Il miglior tempo è di Tina Maze che scende con il pettorale 1 e riesce a far correre gli sci sulla melassa, 1’17″88 il suo tempo che farà da riferimento per tutte. Con il 2, la svedese Jessica Lindell-Vikarby riesce ancora a galleggiare, 52 centesimi di ritardo per lei. Affondano, invece, Kathrin Zettel e Lara Gut e da quel momento il…

Read More

SOCHI 2014. Si potrebbe chiamare “La meglio gioventù” la galleria fotografica delle medaglie d’Oro delle Olimpiadi di Sochi anche se, almeno per l’anagrafe, il concetto di gioventù sembra un po’ tirato presentando eccezionali quarantenni come Ole Einar Bjoerndalen. Le cento facce della gioia, immagini sul podio o al termine della gara che è valsa il titolo olimpico: lacrime e gioia sfrenata, compostezza e giovanile esuberanza perchè sono loro, gli atleti, che sono al centro del palcoscenico e i vincitori delle 98 medaglie d’Oro delle Olimpiadi di Sochi non sono altro che la punta dell’iceberg di mille storie tra sport e…

Read More